Sant’Arpino

Sant’Arpino, il sindaco Dell’Aversana contesta la Iap

Sant’Arpino – Il neo eletto sindaco di Sant’Arpino Giuseppe Dell’Aversana in attesa della prima seduta del consiglio comunale prevista per sabato 25 giugno, sta già compiendo i primi importanti passi di un’amministrazione che intende invertire radicalmente rotta rispetto al recente passato.

A seguito dell’invio contestuale ai contribuenti santarpinesi, all’indomani delle elezioni amministrative, ad opera della Iap s.r.l., concessionaria della gestione dei tributi comunali, degli avvisi di pagamento relativi ai Canoni idrici 2015 e alla Tari 2016, Dell’Aversana ha ipso facto provveduto ad inviare alla società Iap una lettera di contestazione per l’inopportunità del doppio avviso.

“Lo scrivente sindaco – così si legge nella nota di contestazione – rileva l’inopportunità, in un quadro di acclarata crisi economica, di un improvviso, quanto inaspettato aggravio a carico dei cittadini santarpinesi e, conseguentemente, contesta formalmente la censurata condotta”.

Nella medesima lettera, il sindaco contesta, altresì, la reiterazione di errori formali nella predisposizione degli avvisi nonostante la segnalazione degli stessi da parte dei contribuenti, convocando il rappresentante legale della società per lunedì 20 giugno presso la casa comunale al fine di avviare una verifica dei rapporti intercorrenti con la stessa.

Dell’Aversana nasce, infatti, come sindaco “Anti-Iap” in virtù dell’omonimo Comitato di cui oltre un anno fa, è stato promotore. “Si tratta – dichiara il primo cittadino – della prima lettera di contestazione formale messa in pratica dopo quattro anni di inefficienza, incapacità e vessazioni che la Iap ha perpetrato nei confronti dei contribuenti santarpinesi con l’avallo del totale silenzio e dell’inerzia dell’amministrazione comunale, da ultimo del sindaco f.f. Aldo Zullo. I due contestuali avvisi rappresentano l’ennesima mortificazione dei contribuenti santarpinesi ed è lampante la malafede che li accompagna sol che si pensi che la scadenza della prima rata della Tasi 2016 cade a distanza di appena 15 giorni dall’arrivo dell’avviso di pagamento nelle case dei santarpinesi, ciò ad ennesima dimostrazione del fatto che si è volutamente atteso l’indomani delle elezioni per inviare i pagamenti ai cittadini. Inoltre, i cittadini sono già esasperati dalle scadenze Imu ed Irpef da pagare in questo mese. Questi sono gli strascichi di un’amministrazione fallimentare, ma finalmente è tempo di riscattare i cittadini santarpinesi. La Iap andrà a casa”.

Intanto, freme l’attesa per il comizio di ringraziamento dell’elettorato santarpinese da parte del sindaco e dei candidati della lista di “Speranza e Futuro” che si terrà sabato sera, alle ore 20, e durante il quale Dell’Aversana darà una precisa risposta agli attacchi dell’opposizione delle scorse ore, facendo luce sulla situazione debitoria del Comune.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico