Aversa

Giudice di Pace Napoli Nord, Di Foggia: “Presto nuova sede, ora lottiamo contro carenza personale”

Aversa – Tutto è pronto, o quasi, per il trasferimento della sede dell’ufficio circondariale del Giudice di pace di Napoli Nord dalla storica sede di piazza Plebiscito a quella ubicata nel perimetro dell’omonimo tribunale, nell’edificio, messo a nuovo, posto a pochi metri dal Castello Aragonese.

A lanciare un grido di speranza il vicepresidente dell’Associazione Nazionale dei Giudici di Pace, Nicola Di Foggia (nella foto), che ha dichiarato: “Sono state espletate le prime ispezioni attraverso visite guidate. L’ufficio appare pronto. La sede è dignitosa, la riempiremo col nostro orgoglio e la nostra professionalità. Dovremmo lavorare per ottenere personale e per questo chiederemo l’impegno del ministero e della politica locale”.

“Contestualmente – continua il rappresentante dei magistrati onorari – dobbiamo lottare per il mantenimento degli uffici periferici di Marano, Afragola e Casoria. Questi sono necessari presidi di giustizia territoriali ed imprescindibili avamposti del Giudice di prossimità. Nel grande circondario del secondo Tribunale della Campania, quinto d’Italia, qual è il tribunale di Napoli Nord di Aversa, mantenere uffici decentrati appare logico, quanto opportuno, per l’utenza e l’avvocatura. Da qui un appello a tutti i colleghi affinché si operi per la migliore ottimizzazione del servizio giustizia sul territorio”.

Più cauta sull’argomento la presidente del Tribunale di Napoli Nord, Elisabetta Garzo, che in proposito ha dichiarato: “Sono in corso gli ultimi lavori, come, ad esempio, l’installazione dell’ascensore. Penso che a luglio o in concomitanza con la sospensione feriale, in modo che con la ripresa di settembre si possa iniziare senza che sia necessaria una sospensione, si possa prevedere il trasferimento dalla sede di piazza Plebiscito a questa individuata. Si tratta, comunque, di uffici decorosi. Ogni magistrato avrà una propria stanza. Locali a sufficienza anche per le cancellerie. Sono, però, necessari ancora alcuni giorni, per cui credo che per avere tempi certi dobbiamo attendere un altro po’ di tempo”.

Il trasferimento dall’inadeguata, ma storica, sede di piazza Plebiscito al ristrutturato edificio all’interno del perimetro dell’ex Opg “Saporito”, fu deciso nello scorso mese di febbraio in occasione di un sopralluogo agli uffici giudiziari cittadini del sottosegretario alla Giustizia, Gennaro Migliore. L’esponente democratico visitò dapprima la sede del Giudice di pace, di seguito il tribunale di Napoli Nord e, infine, l’ex Opg da dove annunciò che era stato riconvertito in carcere. Nel corso di un’improvvisata conferenza stampa nell circolo del Partito Democratico, poi, Migliore annunziò che la sede del Giudice di pace sarebbe stata trasferita nei locali noti come la “Cavallerizza” entro aprile. Si è slittato di alcuni mesi, ma la cosa sembra fatta. Risolti i problemi strutturali, permangono quelli dovuti alla carenza estrema di personale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico