Aversa

Aversa, Villano accoglie le proposte della Confesercenti

Aversa – “Ogni punto del programma elettorale del centrosinistra ha come unico obiettivo quello di creare sviluppo nella nostra città. Per cui accolgo con piacere le sollecitazioni della Confesercenti e di Maurizio Pollini”.

Lo dichiara Marco Villano, candidato sindaco del centrosinistra nella città di Aversa. “La vocazione economica della città è tutta incentrata sul terziario per cui una buona amministrazione non può fingere di ignorare che in questi anni la crisi economica e la concorrenza dei centri commerciali artificiali ha costretto molti operatori del settore ad abbassare la saracinesca della propria attività. Non mi dilungherò nell’elencare, ancora una volta, le nostre priorità programmatiche perché lo abbiamo già fatto nei giorni scorsi ma penso di essere sulla stessa lunghezza d’onda della Confesercenti quando parlo di recupero del centro storico e valorizzazione della vocazione turistica della città, della necessità di un tribunale integrato e non imposto, della movida come risorsa e non come problema, del recupero di aree strategiche”. 

“La ztl che abbiamo in mente – estesa ma aperta ai residenti- servirà proprio ad agevolare la mobilità urbana e quindi rendere anche le attività del centro più facilmente raggiungibili. Se oggi per attraversare la città un cittadino deve perdere almeno mezzora tra traffico e ricerca di un posto auto è chiaro che preferisce recarsi in attività poste a ridosso di arterie a scorrimento veloce. Dovremo invertire questo trend ed offrire servizi, in primis i parcheggi, e attrazioni che riportino la gente nelle strade. Fuori dal centro, dove pure ci sono tante attività commerciali che non devono sentirsi di serie b, vanno varate misure specifiche sfruttando le opportunità che derivano dalle zone franche urbane”.

“Sono pienamente d’accordo con la necessità di sfruttare a pieno le risorse che ci mettono a disposizione le istituzioni comunitarie e perciò abbiamo pensato alla creazione di un ufficio apposito, dove ci si occupi solo del procacciamento di risorse e della progettazione. Solo così potremo smetterla di pensare in grande per realizzare  qualcosa di grande. La città ne ha bisogno. Ha bisogno di programmazione lungimirante e non dell’improvvisazione cui abbiamo assistito negli ultimi anni”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico