Aversa

Aversa, Bonavitacola: “Fate iniziare nuova storia, non date la città a chi ha già fallito”

Aversa – “Date a Marco Villano la possibilità di scrivere una pagina nuova per la città di Aversa, non permettete che chi ha già governato e fallito lo faccia ancora una volta”. E’ stato questo l’appello rivolto agli aversani da Fulvio Bonavitacola. Il vicepresidente della Regione Campania ha partecipato ieri ad un comizio della coalizione di centrosinistra in piazza Municipio.

“La Regione – ha aggiunto – sarà al fianco dell’amministrazione comunale guidata da Marco Villano faremo un grande progetto di rigenerazione, non solo urbana, ma anche sociale con misure volte ad aumentare la vivibilità, la mobilità sostenibile, i nuovi servizi di connettività a Roma. In pratica un sistema di città europea e ad Aversa ci sono tutte le condizioni per fare una grande rigenerazione urbana. Io dico ai cittadini di Aversa che questa città per la sua storia e le sue competenze deve essere nella nuova storia che stiamo già attuando in Regione”.

Villano nel suo intervento ha sottolineato l’importanza del recupero del centro storico che dovrà essere valorizzato e avere una vocazione turistica commerciale per far in modo che sia il volano della rinascita della città”.

“Aversa oggi è la periferia di Caserta e Napoli e invece deve tornare ad essere il centro, il comune guida della rinascita di quella che oggi è o la Terra dei fuochi o la terra di Gomorra. Possiamo riscattare questo territorio puntando sulle eccellenze quali mozzarella, vino e calzature”.

“E’ la fine della campagna elettorale – ha detto Marco Villano nel suo intervento – siamo tutti stanchi ma questi sono i giorni decisi per convincere gli indecisi. Siate tutti Marco Villano e continuate a spiegare l’importanza del nostro progetto di rinnovamento e cambiamento. Insieme è possibile”.

Il centrosinistra chiuderà oggi la campagna elettorale con vari appuntamenti di quartiere in piazza Savignano, via Bisceglia, piazza del Popolo, via del Seggio e piazza Vittorio Emanuele.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico