Napoli

Napoli, ucciso Luca Ciotola: era agli arresti domiciliari

Napoli – Nel giorno del vertice per la sicurezza in prefettura e dell’arrivo a Napoli del ministro dell’Interno, Angelino Alfano, di quello della Giustizia, Andrea Orlando, e di quello dell’Istruzione, Stefania Giannini, la camorra torna a sparare.

A perdere la vita un uomo di 34 anni, Luca Ciotola, già noto alle forze dell’ordine e ai domiciliari. L’agguato è avvenuto la scorsa notte, intorno alle 4, in via Cupa Vicinate Terracina, alle spalle dell’università di Monte Sant’Angelo.

La vittima è stata sorpresa nel sonno nella sua abitazione. I killer hanno crivellato di colpi l’uomo. 10 i proiettili esplosi che hanno raggiunto ciotola alla schiena. Sull’accaduto indagano i carabinieri.

Secondo quanto si apprende, Ciotola aveva precedenti per droga e non risulta affiliato a nessun clan camorristico.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico