Sant’Arpino

Sant’Arpino, polemica su manifesti elettorali. Boerio a Zullo: “Abuso di potere, vergognati”

Sant’Arpino – Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. E’ senza dubbio questo il proverbio che più si addice al sindaco ‘facente finzioni’ Aldo Zullo che avrebbe fatto meglio a tacere anziché parlare, malconsigliato, e finire per fare l’ennesima pessima figura. 

Allora, caro Zullo, visto che hai preferito replicare, ribadisco a te e a chi ti consiglia, che la legge a cui ti appelli è una legge che risale a ben 60 anni fa! Partendo dalla premessa che il problema non è la legge del ’56 ma come questa legge va interpretata, la mia domanda è molto semplice e dato che hai evitato di rispondere te la ripeto ancora una volta: 8 anni fa, ossia nel 2008 quando ti sei candidato come consigliere nella lista di Eugenio Di Santo, e nel 2010 quando ti sei candidato alle elezioni regionali, e ancora un anno fa nel 2015 quando tua figlia si è candidata alle elezioni provinciali mentre tu eri già sindaco facente funzioni (cosa ancor più grave), questa legge non esisteva già?

E allora perché in tutte e tre le occasioni, e soprattutto nel 2015, fuori casa tua troneggiavano banner e 6×3 accecanti a misura d’uomo che violavano palesemente la legge a cui oggi ti appelli? Vuol dire che hai violato la legge sia nel 2008 che nel 2010 e soprattutto nel 2015 e oggi improvvisamente ti svegli dal sonno in cui ti cullavi e diventi paladino della giustizia e della legalità?

Chiediamolo al comandante dei Vigili urbani se tu hai violato la legge tutte le volte che ti sei candidato e soprattutto quando si è candidata tua figlia nel 2015 con le vostre gigantografie in bella mostra… e casualità, adesso che Di Santo è in una lista avversaria alla tua, la legge deve essere applicata? Caro Zullo, smettila di fare il finto tonto. Il tuo è solo uno squallido abuso di potere! Vergognati!

Tutto ciò è ridicolo e i cittadini di Sant’Arpino, che non sono tonti, lo sanno benissimo! E aggiungo che in qualunque dei Comuni nei quali si voterà il prossimo 5 giugno (Aversa, Succivo e tanti altri) si vedono striscioni e 6×3 che non fanno alcun danno ai cittadini! 

Il fumo negli occhi, caro Zullo, non serve a nulla perché la realtà è sotto gli occhi di tutti e l’unica verità è che oggi l’invidia e la paura di perdere hanno accecato te e chi ti consiglia. E non sapendo più a che Santi votarti hai fatto appello ad una legge che tu stesso ripetutamente e spudoratamente hai violato! Vergognati!

E come se non bastasse, spieghiamolo ai cittadini perchè la scritta “affissione abusiva” è stata affissa sui manifesti di Alleanza Democratica e non su quelli di Sant’Arpino al Centro nei quali in primo piano insieme ai tuoi compagni c’è la tua stessa faccia, caro Zullo.

Quindi la legge vale solo per i manifesti degli altri mentre i vostri manifesti non sono abusivi?  O spiega per quale motivo la stessa scritta è stata riportata su manifesti che rientrano nel territorio comunale di Sant’Antimo e non di Sant’Arpino? Anche questo è solo ed esclusivamente abuso di potere! Vergognati!

La parola legalità, caro Zullo, ha ben altre valenze e significati e stiamo già preparando i ricorsi per le multe che sono state fatte, per cui evita di dare i numeri perchè questa volta hai veramente toccato il fondo e superato ogni limite del ridicolo!

Per non parlare di Giuseppe Dell’Aversana, che sembra vivere nel mondo dei sogni, e accusa chi espone striscioni elettorali sui balconi fingendo di non sapere che quegli stessi striscioni sono stati affissi fuori dalle case anche dai candidati della sua coalizione.

Caro Dell’Aversana, seguendo il tuo ragionamento hai candidato con te nella tua lista gente che mostra segni tangibili di degrado e di sottocultura politica da terzo mondo.

Vergogna! Basta con le menzogne, basta con i sotterfugi, Sant’Arpino è stanca delle vostre inutili sceneggiate!

Iolanda Boerio – candidato sindaco di Alleanza Democratica

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico