Sant’Arpino

Sant’Arpino, Dell’Aversana: “Boerio candidato di facciata, Maisto di un’ammucchiata”

Sant’Arpino – Nella mattinata di domenica 15 maggio in piazza Umberto I, Giuseppe Dell’Aversana, candidato a sindaco per il movimento politico culturale “Speranza e Futuro per Sant’Arpino”, ha presentato i sedici candidati e le proprie idee programmatiche per il governo di Sant’Arpino.

L’ex sindaco, nel presentare i candidati della propria lista, ha sottolineato le qualità professionali di ciascuno, l’entusiasmo ed il forte senso di squadra che anima la coalizione.

Dell’Aversana non ha mancato di mettere in evidenza quelle che ritiene incoerenze politiche e contraddizioni degli avversari. Per il già due volte sindaco la candidatura di “Iolanda Boerio è di forma e non di sostanza. Si presentano in modo fittizio simboli di associazioni e/o movimenti politici di facciata il cui unico artefice è Eugenio Di Santo”.

Passando a “Sant’Arpino al Centro” la stessa è per Dell’Aversana “nient’altro che l’Armata Brancaleone, dove si trovano fianco a fianco personaggi come Elpidio Maisto ed i sostenitori di Aldo Zullo che fino a poche settimane fa non hanno mancato di scambiarsi accuse reciproche ed oggi hanno il coraggio di chiedere insieme il voto per amministrare il paese”.

Grande spazio nell’intervento del Dell’Aversana sono stati riservati ai punti cardini del programma politico, partendo dall’assunto che “a differenza dei miei avversari, non prometto risultati impossibili, ma garantisco l’impegno di  valutare la situazione esistente e adottare tutti i provvedimenti coerenti con il nostro programma politico”.

“Interverremo su bilancio, tributi e programmazione economica: monitorando i debiti ed avviando il risanamento del bilancio.  Particolare attenzione sarà riservata ai Diritti dell’infanzia e della terza età; provvederemo alla separazione del Comprensivo Rocco-Cinquegrana in due istituti; saranno istituiti un punto informagiovani e aree Wi-Fi Free ed un centro di ascolto psico-pedagogico. In materia di politiche ambientali avremo una raccolta differenziata efficiente; il potenziamento dell’isola ecologica e la valorizzazione dei parchi pubblici; maggiore attenzione al decoro urbano e controllo del territorio oltre potenziamento dei percorsi pedonali e ciclabili. Sarà riorganizzato l’apparato amministrativo, garantendo maggiore trasparenza e maggiore funzionalità degli uffici comunali; sarà istituita la figura del consigliere comunale delegato alla sensibilizzazione della coscienza collettiva contro la camorra e si procederà al risanamento economico e strutturale della Ecoatellana Multiservizi”.

Il comizio che si è riuscito a tenere grazie ad uno spiraglio di bel tempo che si è aperto nel corso di una mattinata piovosa si è chiuso sulle note di ‘Over the rainbow’ per augurare l’arrivo di un arcobaleno, simbolo del movimento, come fine  di  un periodo tempestoso per la politica e l’amministrazione comunale.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico