Caserta

Droga, prostituzione, ordine pubblico: controlli a tappeto tra Caserta e dintorni

La Polizia di Caserta, con l’apporto delle altre forze dell’ordine della provincia, ha eseguito nel trascorso fine settimana mirati controlli a tappeto che hanno interessato il capoluogo e i comuni limitrofi.

Gli uomini della Questura e della Polizia ferroviaria hanno setacciato la stazione e le zone limitrofe per contrastare reati predatori e fenomeni delittuosi collegati al transito ferroviario. Nel corso dell’attività sono state controllate 81 persone e, tra queste, alcuni extracomunitari; controllati 30 veicoli e sanzionati alcuni giovani intenti nell’attività di parcheggiatore abusivo davanti e nei pressi dello scalo ferroviario.

I controlli del fine settimana hanno visto gli uomini della Polizia, dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza impegnati lungo viale Carlo III nella lotta al favoreggiamento e lo sfruttamento della prostituzione e l’immigrazione clandestina. Ad esito dell’attività sono state sorprese ad esercitare il meretricio 16 cittadine straniere di diverse nazionalità, di età comprese tra i 20 e i 35 anni, tra cui nigeriane, ucraine, e rumene. Tre di queste, di origine nigeriana, dopo gli accurati controlli dell’Ufficio Immigrazione della Questura, sono state accompagnate al Cie di Roma in attesa del volo di rimpatrio.

Nelle strade e nei locali della “movida” del sabato sera gli uomini della Polizia di Stato di Caserta hanno controllato 58 persone e 34 veicoli. I servizi sono stati svolti con impiego delle Volanti della Questura, di pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Campania e di equipaggi dell’Arma dei Carabinieri.

In Piazza Gramsci gli uomini della Squadra Mobile – con il concorso di una unità cinofila antidroga della Polizia di Stato – hanno identificato e denunciato U.Z., 32enne di San Marco Evangelista, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze. L’uomo è stato trovato in possesso di 22 dosi di hashish. U.Z. è stato anche denunciato per violazione del foglio di via obbligatorio emesso dal Questore di Caserta.

Inoltre, in collaborazione con la Polizia Municipale, sono stati controllati numerosi esercizi pubblici ubicati nel cuore della “movida” casertana, ed in particolare in via Mazzini, via Ferrante, piazza Gramsci e piazza Dante, alcuni dei quali sono stati sanzionati per occupazione abusiva di suolo pubblico.

Ad esito dei servizi disposti con ordinanza del Questore di Caserta, gli uomini della Divisione Pasi – Polizia Amministrativa – hanno elevato 12 sanzioni amministrative nei confronti dei titolari di 5 locali della zona, in particolare per commercializzazione di prodotti alimentari senza le previste e conformi indicazioni, omessa o non chiara esposizione dei prezzi, mancata esposizione al pubblico dell’elenco delle bevande alcoliche, dei cartelli di divieto di fumo e degli orari di apertura e chiusura.

Servizi di intensificazione dell’attività di vigilanza sono stati inoltre disposti all’interno della Reggia e nelle aree antistanti con impiego di unità della Polizia di Stato – ed in particolare del Reparto a cavallo – dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza e del Corpo Forestale dello Stato.

Le misure straordinarie sono state finalizzate a scongiurare episodi delittuosi e garantire la sicurezza dei tanti visitatori che hanno affollato il monumento Vanvitelliano in concomitanza con il 1 maggio e con l’ingresso gratuito nella prima domenica del mese.

Nella circostanza, gli uomini delle Volanti della Questura hanno sorpreso e sanzionato, unitamente al personale della Polizia Municipale, alcuni parcheggiatori e venditori abusivi posizionati nei pressi del monumento.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico