Aversa

Corrado Passera ad Aversa: “De Cristofaro può davvero valorizzare la città”

“Aversa ha in sé tutte e potenzialità di sviluppo senza che siano necessari insediamenti industriali nuovi”. A parlare l’ex ministro del governo Monti e manager Corrado Passera in visita nella città normanna nel suo tour elettorale che lo vede appoggiare il candidato a sindaco delle liste civiche di ispirazione di centrodestra guidate dal candidato a sindaco Enrico De Cristofaro, e, in maniera specifica Progettiamo Aversa, Aversa Unica, lista che vede come capolista in collaboratore del manager, Luigi Massa.

“Aversa – ha continuato Passera – è al centro di un luogo felice, con una posizione invidiabile e vede sul proprio territorio la presenza di università di rilievo, un tribunale tra i più importanti d’Italia e in ottimo ospedale. Basterebbero già queste tre cose a far intuire, come bene ha fatto De Cristofaro nel suo programma elettorale, che siamo di fronte a tre motori di sviluppo che possono non solo creare lavoro, ma anche di qualità”.

Sempre parlando del programma della coalizione di De Cristofaro, che ha dimostrato di aver letto e fatto proprio, Passera ha evidenziato come il candidato a sindaco “abbia una visione complessiva della città per quanto riguarda l’urbanistica e questo è un aspetto importante perché consente di avere le idee chiare al momento della programmazione con particolare riferimento al Puc che si andrà ad approvare, senza nuove costruzioni e recupero di quelle esistenti. Recupero non solo urbanistico, ma anche culturale, storico, religioso ed enogastronomico con valorizzazione delle eccellenze agricole. Tanti settori che creano altrettanti ‘turismi’ di cui Aversa potrebbe facilmente beneficiare con qualche accorgimento che ho trovato presente nel programma di Enrico”.

Passera ha anche commentato quello che a suo dire rappresenta un ulteriore aspetto positivo della coalizione di De Cristofaro: il civismo delle otto liste. “Il civismo – ha, infatti, dichiarato – rappresenta un valore aggiunto perché non ha condizionamenti ideologici, non ha muri e steccati che portano incomprensioni, prende il meglio da un trasversalismo che si pone al servizio della città”.

A margine dell’incontro il cronista ha chiesto a Passera che impressione aveva avuto dal precedente incontro, a porte chiuse, con gli imprenditori aversani. Incontro al quale, tra gli altri, hanno preso parte Giovanni Bo in rappresentanza di Confindustria Caserta, Antonio Della Gatta (già presidente provinciale di Confindustria) con il figlio Luigi, Maurizio Pollini (vicepresidente della Camera di commercio di Caserta e responsabile provinciale della Confesercenti), Antonio Atronne e Vito Rubino (vicepresidente del Consorzio Mozzarella di Bufala Campana).

L’ex ministro ha evidenziato come l’imprenditoria aversana chieda soprattutto “una classe politica che sappia garantire continuità, dica con chiarezza cosa intende fare e assicuri uno sviluppo di città più bella, più attraente e più sicura. Tutte cose che vedo chiaramente presenti nel programma di De Cristofaro”.

Ad aprire i lavori era stato proprio quest’ultimo che ha rivelato di essersi sentito sotto esame quando Passera lo ha tenuto a colloquio per oltre un’ora. Presente anche Luigi Massa che ha sottolineato quello che a suo avviso accomuna Passera e De Cristofaro: “Due persone che se avessero voluto badare al proprio tornaconto avrebbero potuto continuare ad avere tanto dalle rispettive professioni, ma che hanno scelto di accantonare successi personali per mettersi al servizio delle loro comunità”.

In alto il video della conferenza stampa, sotto una fotogallery

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico