Aversa

Galluccio: “Il millennio di Aversa può essere nostro Expo”

Aversa – Il millennio di Aversa può essere l’Expo per la nostra città. Questa la convinzione dell’ex consigliere comunale Michele Galluccio da tempo impegnato a sollecitare l’amministrazione cittadina a dare il via alle manifestazioni per celebrare il mille anni della fondazione della città. Una idea che ha trovato conferma nell’evento promosso dall’associazione “Aversa turismo”.

“Questo fine settimana la città con le sue scuole e associazioni ha dimostrato – afferma Galluccio – come il millennio può essere davvero il nostro ‘Expo’ diventando un’occasione unica per la nostra generazione dove la futura amministrazione dovrà mettere al centro di ogni azioni concreta di sviluppo per i prossimi lustri”.

“L’associazione ‘Aversa Turismo’ – continua l’ex consigliere – è andata oltre ogni aspettativa organizzativa e di coinvolgimento grazie ad un impegno da 110 e lode da parte di tutti i suoi soci e amici con a capo  il suo  presidente Sergio D’Ottone a cui va il plauso di aver fatto davvero una due giorni di cultura, ricca di eventi e con le scuole aversane di ogni ordine e grado  con a capo i suoi dirigenti  in particolare la dirigente della ‘De Curtis’ Olga Iorio che a giugno andrà in congedo, dimostrando  come la sinergia può far ottenere risultati insperati fino ad ieri”.

“Non si può – dice Galluccio – prescindere l’idea di futuro di Aversa dall’idea di riempire il Millennio di contenuti considerandolo un bicchiere vuoto da creare, modellare e crescere migliorando negli anni per arrivare all’appuntamento 1022, anno di fondazione, e 1030, anno della contea normanna, pronti per l’evento”.

“Una città come la nostra che si accinge a spegnere le candeline dei 1000 anni ha – sottolinea – un’opportunità unica di poter raccontare una storia che parte dal passaggio di San Paolo, alla venuta dei Normanni per passare nei secoli ad Angioni ed Aragonesi dove si sono avuti i Natali di illustri musicisti Cimarosa, Iomelli, Andreozzi e dove il gusto e il palato hanno  creato prelibatezze come la mozzarella ,polacca pietra di san Girolamo ed altre genuinità per non dimenticare il prodotto calzaturiero”.

“Questo è il minimo ma ancora tanto – ricorda – si può scrivere, raccontare e tramandare di Aversa ai giovani per farlo essere un motivo di vanto ed orgoglio per le future generazioni; cosa avvenuta in questa due giorni con le famiglie entusiaste di far riappropriare ai propri figli un senso di aversanità e storia Aversana spesso dimenticata”.

“Quindi – continua – un  ruolo fondamentale deve essere dell’amministrazione cittadina che avrà il compito di raccordare tutti i protagonisti, in particolare con chi già sta dimostrando di aver solcato e tracciato il percorso per far essere il nostre ‘Millennio’ un vero motore attrattivo di sviluppo dove far girare intorno all’appuntamento tutti gli stakeholder del sistema sui  temi importanti come pianificazione del territorio, ambiente e fondi europei con particolare attenzione alle università scuole ,diocesi e associazioni”.

“Con il gruppo di Forza Aversa nel programma della coalizione porteremo l’obiettivo primario  per  la valorizzazione del millennio  facendo  partire – spiega – il ‘Comitato Millennio’ con appuntamenti cadenzati, attivare alle strutture informative come gli infopoint e dare  ancora p un segnale più forte con la creazione di  un assessorato ad hoc che guidi i processi di sviluppo del millennio che  per noi Aversani dovrà essere la nostra bussola verso la stella polare dello sviluppo e del futuro di Aversa  dove tutti gli aversani potranno essere protagonisti e orgogliosi di avere avuto la fortuna di nascere e partecipare ai suoi 1000 di storia”.

“Per questo dico grazie ad ‘Aversa turismo’, alle scuole aversane, ai dirigenti e a tutte le associazioni che hanno fatto capire che la cultura e la conoscenza della propria storia e territorio e imprescindibile dall’essere degli amanti della nostra città”, conclude Galluccio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico