Aversa

Festa dei Popoli ad Aversa, una due giorni di dibattito e folklore

Aversa – Quattro eventi disseminati in due intense giornate, da vivere nel segno della misericordia, dell’accoglienza e dell’integrazione. Per la quinta edizione della Festa dei Popoli, la diocesi di Aversa ha ampliato lo spettro delle iniziative ideate nell’ambito di un appuntamento che, in breve tempo, è diventato un punto di riferimento sul territorio per quanto riguarda la sensibilizzazione verso il multiculturalismo e il dialogo interreligioso.

Nata dalla sinergia di ben cinque uffici diocesani (Ecumenismo e Dialogo, Migrantes, Caritas, Missionario, Comunicazioni Sociali), la “Festa dei Popoli Aversa” targata 2016 cade nell’ambito delle iniziative promosse per il Giubileo della Misericordia e quest’anno si snoderà nelle giornate del 30 aprile e del primo maggio. “In questi due giorni confluiranno i modesti sforzi pastorali profusi lungo tutto il 2015-2016”.

Ad affermarlo è don Peppino Esposito, direttore dell’ufficio diocesano Ecumenismo e Dialogo: “Ci apprestiamo a vivere con gioia il momento conclusivo del cammino fatto, nella speranza che esso possa dire il positivo che nasce dall’incontro di diverse culture, tradizioni, religioni e popoli. Che queste due giornate possano far fiorire in noi la convinzione che è possibile costruire un mondo senza barriere o confini, ma a pieno vantaggio di tutti”.

Si parte sabato 30 aprile con il Giubileo dei Bambini e dei Ragazzi “Camminiamo nella Misericordia”, organizzato in collaborazione con l’Acr (Azione Cattolica dei Ragazzi) e le scuole del territorio con l’intento di favorire la riflessione su accoglienza, relazioni e cura del creato. Alle 9, i ragazzi si riuniranno in tre diversi punti della città di Aversa (Parco Pozzi, Stazione, Porta dell’Annunziata) per muoversi in corteo verso piazza Municipio; dopo un momento di saluto con il vescovo di Aversa, Angelo Spinillo, si farà tappa in Cattedrale per passare attraverso la Porta Santa. Sabato alle ore 20, in piazza Municipio, sarà il turno della Preghiera Interconfessionale, un solenne momento con i rappresentanti delle diverse confessioni religiose presenti nel nostro territorio.

Domenica 1 Maggio, alle ore 9, l’Hotel del Sole di Aversa ospiterà l’incontro “Culture della Misericordia – Tradizioni a confronto”. A presentare il dibattito, novità assoluta di questa edizione, è don Nicola Barbato, direttore dell’ufficio diocesano Migrantes: “Festa dei Popoli costituisce il volto positivo della problematica riguardante il mondo della mobilità umana. Quest’anno abbiamo voluto dare anche un piccolo contributo a quell’affannosa ricerca di stabilire un terreno comune, un valore o dei valori condivisibili che ci accomunano e arricchiscono vicendevolmente”.

Dopo il saluto di monsignor Spinillo, sull’argomento dibatteranno Pasquale Arciprete, Docente all’Istituto Superiore di Scienze Religiose “San Paolo” di Aversa; AbdAllah Massimo Cozzolino, segretario generale della Confederazione islamica italiana; Ottavio Di Grazia, docente di Culture, identità e religioni all’Università “Suor Orsola Benincasa” di Napoli; Ciro Pizzo, docente di Sociologia generale all’Università “Suor Orsola Benincasa”. A moderare il dibattito sarà Franco Villano, presidente dell’associazione “Amicizia Ebraico Cristiana” di Napoli.

Domenica 1 maggio, infine, a partire dalle ore 20, ritorno a Piazza Municipio per la Celebrazione della quinta Festa dei Popoli: com’è consuetudine, sarà un momento di gioiosa comunione fraterna e sano folklore, con la presenza di associazioni, stand gastronomici e gruppi etnici.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico