Aversa

Elezioni Aversa, Graziano (Pd): “Centrodestra frantumato, noi invece aggreghiamo”

Aversa – “L’unica coalizione che si allarga è quella di centrosinistra. Un ampliamento sulla scia del governo Renzi e del governo De Luca, un lavoro di aggregazione molto utile e intelligente che non potrà che arrecare beneficio alla città quando la coalizione l’amministrerà”.

Stefano Graziano, presidente e consigliere regionale del Partito Democratico, tutor della coalizione di centrosinistra normanna, commenta l’ampliamento dell’alleanza alle altre forze che compongono il governo nazionale, in primo luogo il Nuovo Centrodestra che, come negli altri centri campani dove si voterà per le amministrative di giugno prossimo, ha scelto di ricostruire anche ad Aversa la coalizione presente a livello centrale e regionale.

“Il centrodestra – continua il dirigente democratico – è frantumato e altri vogliono copiare, senza riuscirvi, un esempio di partecipazione che solo noi siamo stati capaci a mettere in campo con una partecipazione di popolo alle scelte”.

Graziano indica, in conclusione, anche gli argomenti oggetto della campagna elettorale, le questioni da risolvere che saranno affrontate in caso di vittoria della coalizione di centrosinistra. “Temi principali del nostro programma – afferma – sono quelli trattati nelle primarie. Continueremo a parlare, fornendo anche le soluzioni di: smog, ambiente, integrazione urbana e mobilità, ospedale, università, tribunale e sicurezza. Un argomento quest’ultimo non secondario tenuto conto delle notizie che ci vengono dalla cronaca nera quotidiana”.

Intanto, sempre in tema di centrosinistra, nella serata di martedì si è riunito il tavolo della coalizione al quale sono seduti, oltre al candidato sindaco Marco Villano, Carmine Esposito e Giovanni Leccia per il Partito Democratico, Luigi Menditto per l’Udc, Valerio Cascella per il Centro DemocraticoLuigi Altieri per Scelta Civica, Rosario Capasso per Terra Libera/A testa Alta, Luigi Vargas per Aversa Popolare/Ncd, Francesco Gatto e Adriano Pozzi per Aversa Più e dal senatore Lucio Romano e Nicola Palmieri per Aversa Solidale. “I presenti, in uno spirito di piena collaborazione e unità su tutte le tematiche, – si legge in un comunicato – hanno costituito due commissioni che si occuperanno, rispettivamente, della stesura di un programma comune e dell’organizzazione della campagna elettorale, a partire dalla conferenza stampa di presentazione dell’alleanza che sarà convocata nei prossimi giorni e che sarà propedeutica ad un primo momento di confronto pubblico con la città e gli elettori”.

La commissione, che avrà il compito di “elaborare la proposta programmatica per far vivere alla città una stagione di crescita e sviluppo”, è composta da Giovanni Leccia, Carmine Esposito, Arturo Massimo, Carlo Portella, Nicola Palmieri, Francesco Gatto, Massimo Di Palma, Lino Ventriglia, Felice Di Ronza e Ferrillo.

L’ingresso di Noi Aversani, il movimento fondato dal compianto sindaco Giuseppe Sagliocco, che, in questo momento, ha come leader il fratello Luciano, dopo un primo momento in cui aveva scelto di appoggiare il candidato a sindaco Villano, così come avevano fatto le altre due liste “sagliocchiane” (Ncd e Aversa a Testa Alta), sembra essere ritornato sui propri passi e, in questa fase, sta ancora decidendo se prendere parte alla tenzone elettorale da soli e con un proprio candidato a sindaco o se scegliere di aderire ad una delle coalizioni in campo. Alla fine, è opinione diffusa, che Noi Aversani si dividerà tra le diverse alleanze già presenti sul territorio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico