Parete

Furto di computer alla scuola “Sabatino” di Parete

Parete – Ancora un furto con scasso ai danni di un istituto scolastico del casertano. Nel mirino dei soliti ignoti sono finiti questa volta quattro computer del Plesso “Monsignor Carmine Sabatino”, in via Cavour, a Parete, facente parte dell’istituto comprensivo “Giovanbattista Basile”, del quale è dirigente scolastico la professoressa Adele Cerullo.

Il furto è stato messo a segno nella notte tra martedì e mercoledì ed è stato scoperto ieri mattina, quando il custode ha aperto i battenti così come ogni mattina ed ha trovato una delle porte d’ingresso forzate. Immediatamente sono stati avvertiti i carabinieri della locale stazione che hanno avviato le indagini coordinati dal colonnello Vittorio Carrara, comandante il reparto territoriale di Aversa.

Secondo una prima ricostruzione dei militari, nottetempo, una banda composta da almeno due o tre persone, dopo aver forzato una delle porte d’ingresso, è penetrata all’interno dell’edificio scolastico, che ospita due corsi di scuola elementare a tempo pieno e quattro sezioni di scuola dell’infanzia, ed ha portato via quattro computer dai locali.

I malviventi non hanno toccato altro, sono andati diritto verso il loro obiettivo, a dimostrazione che il colpo era stato messo a segno proprio per portare via i quattro computer dei quali, probabilmente, conoscevano esistenza e ubicazione. Sono andati via, poi, senza danneggiare altre suppellettili della struttura scolastica.

Un colpo reso ancora più facile dalla totale assenza di telecamere per la videosorveglianza. Un furto che ha gettato nella costernazione i ragazzi che utilizzavano i computer nell’ambito delle attività didattiche di una scuola considerata all’avanguardia.

Questo di Parete è solo l’ultimo di una lunga scia di furti ai danni di istituti scolastici in provincia di Caserta. Il 27 novembre scorso i malviventi, rimasti sconosciuti, si introdussero all’interno della “De Filippo” di San Nicola La Strada; ad agosto fu la volta del “Mattei” di Caserta. Da record i colpi contro la “Leonardo da Vinci” di Villa Literno con 21 computer nel gennaio 2015, mentre sono stati ben 24 quelli sottratti dalla “Ungaretti” di Teverola dove si registra anche il record di 5 furti in nove mesi, l’ultimo, quello più eclatante, il 28 aprile scorso.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico