Sant’Arpino

Dell’Aversana: “Di Santo vuole candidarsi sotto mentite spoglie”

Sant’Arpino – Il comizio di apertura si era tenuto in piazza Salvo D’Acquisto due settimane fa, questa volta si è dato spazio, invece, alla periferia del comune atellano ed il secondo comizio di “Speranza e Futuro” si è svolto domenica a piazzetta Paradiso, preceduto da un volantino in cui si denunciavano le palesi illegittimità degli avvisi Iap per i consumi idrici del 2014. Quattro interventi iniziali hanno dimostrato la qualità dei giovani che animano il Movimento politico di via D’Anna.

Ad aprire la mattinata è stata Ivana Tinto, che si è soffermata sui motivi della nascita di “Speranza e Futuro” e sulla chiara intenzione del Movimento di partecipare fattivamente alle elezioni comunali di giugno prossimo come alternativa all’attuale quadro politico-amministrativo.

A seguire, ha preso parola Giuseppe Iorio, che ha rendicontato tutte le iniziative, i seminari, le campagne d’ascolto, svolte in poco più di un mese ed il notevole lavoro politico svolto attraverso i tavoli di coordinamento per l’elaborazione del programma elettorale.

Il terzo intervento giovanile è stato quello di Maria Rosaria Coppola, che ha richiamato la necessità dei giovani di avvicinarsi alla politica, rimarcando l’urgenza di un rinnovamento di valori e contenuti dopo la profonda crisi degli ultimi anni. Ultimo dei quattro interventi introduttivi è stato quello di Giorgio Catena, che si è soffermato sulla necessità di un nuovo modello di vita pubblica basato sull’essere più che sull’apparire e sulla speranza di dare un futuro migliore al comune atellano.

Nonostante la giornata umida e piovosa, numerosi i cittadini presenti in piazza, oltre ai tanti uditori che hanno preso parte al comizio dalle balconate delle abitazioni circostanti la piazzetta. Il Coordinatore politico del Movimento Giuseppe Dell’Aversana, nel suo intervento finale ha toccato diversi aspetti della situazione politico-amministrativa comunale.

“Noi vogliamo discutere – così Dell’Aversana nel suo intervento – su temi e problemi politici.  Il debito colossale di 14 milioni di euro lasciato sulle spalle dei cittadini per i prossimi trenta anni, il fallimento della Iap srl, costata oltre 400 mila euro annui al comune, senza portare alcun beneficio rispetto all’ufficio tributi comunale, il  Puc, adottato da una giunta senza legittimazione politica e senza maggioranza,  l’abbandono del Parco Archeologico, che doveva rappresentare una grande risorsa ed invece è una vergogna per gli amministratori, la Multiservizi che avanza centinaia di migliaia di euro dal Comune e l’ingiustizia dei ruoli suppletivi della Tarsu”. “Su questo – continua – chiediamo conto anche a quella parte della ex opposizione che sostenendo questa giunta comunale diventa corresponsabile dell’attuale sfacelo amministrativo”.

Il coordinatore politico ha poi condannato il modus operandi di questi ultimi anni di gestione politico-amministrativa e la devastazione etica che ne è scaturita, dove la politica è ridotta a barzelletta con la nascita continua di gruppi politici fittizi senza contenuti ideali. Molto netta la sua denuncia dello spregio della legalità subita dal comune in questi anni di ‘disantismo’, ove il paese è stato condotto senza regole. Giuseppe Dell’Aversana ha denunciato in particolare il raggiro della legge perpetrato dal sindaco patteggiatore che, sebbene condannato e quindi incandidabile, sta allestendo una propria lista elettorale per partecipare attraverso la maestra Iolanda Boerio alla prossima tornata elettorale.

“Quasi quotidianamente – ha detto il coordinatore di ‘Speranza e Futuro’ – la Boerio appare in pubblico con il sindaco decaduto, oppure, si fa ritrarre in foto pubblicate sui social network, in cui entrambi annunciano un candidato della loro lista. Nei fatti Eugenio Di Santo sta comunicando agli elettori che lui sta allestendo la lista ed in caso di vittoria elettorale della lista capeggiata dalla Boerio, il sindaco, di fatto, sarà ancora lui, sfidando apertamente la legge che gli vieta invece di amministrare a causa della condanna ricevuta”.

Continua, intanto, l’inteso lavoro politico del movimento ‘Speranza e Futuro’ che stasera terrà un tavolo programmatico congiunto “Ambiente e Tributi”, alle ore 19, presso la sede di via D’Anna, per commentare i dati raccolti mediante i questionari distribuiti presso gli esercizi commerciali, che hanno visto collaborare oltre cento commercianti santarpinesi. Il tavolo di lavoro stasera sarà un’altra tappa importante per l’elaborazione di un programma elettorale condiviso che parta dal basso e tenga conto delle esigenze del territorio attraverso una politica di ascolto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico