Gricignano

“Assenteismo in Giunta”, Lettieri: “Giovani e anziani privati di opportunità”

Gricignano – “Se è vero, come dice il sindaco, che l’operato dell’amministrazione non viene scandito dai timbri sul cartellino degli assessori che compongono la giunta, è altrettanto vero che poi, nonostante le assenze, si debbano toccare con mano i risultati del lavoro degli assessori”.

E’ la considerazione che il consigliere di opposizione Vittorio Lettieri fa in merito alla polemica sugli assessori “assenteisti”, sollevata dallo stesso esponente del gruppo “Giovani per Gricignano” qualche settimana fa (leggi qui). Se in effetti conta la qualità, anziché la quantità, per il consigliere non esisterebbero, nella circostanza, entrambe le caratteristiche.

“Va ricordato – sostiene a tal proposito Lettieri – che a Gricignano, in controtendenza con gli altri comuni della provincia, non sono stati avviati progetti importanti per i giovani. Parlo del progetto ‘Garanzia Giovani’, così come quello per il ‘Servizio Civile’, che avrebbero dato l’opportunità a molti giovani gricignanesi di cimentarsi in esperienze formative e lavorative, insomma una vera e propria speranza per i tanti giovani che si trovano senza un occupazione. A tutto ciò va aggiunto il deplorevole stato di abbandono degli anziani che da tempo, dopo essere stati ‘sfrattati’ dai locali comunali, attendono dall’amministrazione comunale una sede nella quale poter far sorgere un vero e proprio centro associativo e ricreativo. Senza parlare, poi, del soggiorno climatico promesso e mai effettuato, iniziativa che un tempo contava la partecipazione di centinaia di anziani, ospitati nelle migliori strutture turistiche d’Italia”.

Tutto ciò, secondo Lettieri, basta a far capire che “i risultati ottenuti dall’assessore ‘assenteista’ con delega ai Servizi sociali, Alfonso Buonanno, non sono di certo positivi e dimostrano che le sue assenze incidono gravemente sui risultati ottenuti dall’amministrazione nel suo assessorato”. “Per la cronaca – conclude il consigliere – le assenze, nonostante tutto, continuano”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico