Aversa

“Adotta un’area standard”, la soluzione di Innocenti

Aversa – Giovanni Innocenti, che si presenta come “futuro candidato alle prossime elezioni amministrative di Aversa”, avanza la sua personale proposta per risolvere l’annosa vicenda delle aree standard sul territorio di Aversa, di cui abbiamo parlato ieri (leggi qui).

Riceviamo e pubblichiamo:

Da quando il Comune si è riappropriato delle ormai famose ‘Aree Standard’ si è creata, a mio avviso, una nuova problematica per l’Ente, ovvero come gestire ed utilizzare queste aree. Attraverso un confronto con varie associazioni ed una riflessione sulla tematica, ritengo che il problema si possa trasformare in una opportunità per la collettività.

La soluzione potrebbe essere, in primis, procedere ad una mappatura e, quindi, ad un censimento delle aree standard allo scopo di individuare quali sono le aree che meglio si prestano all’utilizzo collettivo e le aree che invece, data la loro prospicienza a zone residenziali, sono più idonee ad un affidamento a soggetti privati che potrebbero essere i condomini stessi, i quali potrebbero utilizzarli, ad esempio, come isole ecologiche.

Per le prime aree, ovvero quelle che meglio si prestano all’utilizzo collettivo, invece si potrebbero agevolmente dare in adozione ad associazioni comunità o enti che ne facciano richiesta al Comune e che si incarichino, oltre che della cura e gestione delle stesse, di presentare progetti ad utilizzo dell’intera comunità, quali potrebbero essere, orto sociale, baby zone, area anziani, aree ginniche, aree parking, aree picnic e così via.

Tale impostazione consentirebbe il conseguimento di molteplici benefici in primo luogo per l’Ente comunale che risulterebbe sgravato da tutta una serie di oneri necessari per il mantenimento delle predette aree, ed in secondo luogo i cittadini realmente usufruirebbero di zone che allo stato attuale versano in stato di abbandono, il cui protrarsi potrebbe solo alimentare la percezione di degrado ambientale e d insicurezza sociale.

Mi impegnerò affinché la prossima amministrazione, della quale spero di farne parte, possa seriamente prendere in considerazione questa proposta e farla propria”. 

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico