Aree

Tribunale Napoli Nord, arriva defibrillatore. Garzo: “Recuperiamo chiesa”

Aversa – Recuperiamo per la città e il tribunale la magnifica chiesa di Santa Maria degli Angeli. A lanciare la proposta la presidente del tribunale di Napoli Nord in Aversa, Elisabetta Garzo, e il procuratore capo della procura dell’ufficio giudiziario normanno, Francesco Greco. L’occasione rappresentata dalla donazione di un defibrillatore da parte del Rotary Terra Normanna, presieduto dall’avvocato Alessandro Caputo.

“Siamo fieri – hanno dichiarato i due alti magistrati – di quanto stiamo scoprendo ad Aversa e siamo orgogliosi di essere ad Aversa”. Affermazione tanto più importante se si considera che sono oramai tre anni che il Tribunale di Napoli Nord è parte integrante della città.

La presidente Garzo e il procuratore Greco hanno dichiarato di aver già interessato il provveditore alle Opere pubbliche per cercare un finanziamento che possa portare alla riapertura dell’importante chiesa aversana interessata anche da un dipinto di Francesco Solimena. Una chiesa considerata, perla del Barocco seicentesco, letteralmente saccheggiata negli anni, anch’essa di proprietà del Ministero della Giustizia come l’annesso Castello Aragonese che ospita il tribunale.

L’idea è, comunque, di creare una fondazione che possa coinvolgere imprenditori e ordini professionali per avere sia una cappella per il tribunale, sul tipo della Sommaria a Napoli, che un luogo dove poter fare cultura ospitando convegni e iniziative culturali aperte alla città. Un esempio concreto, quindi, di quello che significa avere un ufficio importante come il tribunale in città e le possibili interrelazioni.

Nell’occasione la presidente Garzo ha annunziato che a breve il tribunale amplierà i propri spazi riuscendo, finalmente, a fare definitivamente propri i locali del Castello Aragonese che sino a qualche mese fa ospitavano la scuola sottufficiali di polizia penitenziaria. I locali sono stati, infatti, adattati e cablati secondo i bisogni del tribunale di Napoli Nord che, di conseguenza, consolida la propria presenza in città.

Per quanto riguarda l’iniziativa del defibrillatore, Garzo l’ha definita importante perché il primo intervento è fondamentale. Per questo motivo, forte anche dell’esperienza di moglie di medico, ha già individuato anche il personale da formare per l’utilizzo dell’importante strumento salvavita.

Da parte sua, il presidente del sodalizio aversano, Alessandro Caputo, ha sottolineato come il Rotary ci tenesse particolarmente a fare questa importante donazione che si inquadra in quella che è l’obiettivo dell’attività dell’associazione che si propone di voler contribuire al miglioramento delle condizioni della città.

La manifestazione, che ha visto la partecipazione di un folto numero non solo di addetti ai lavori, si è conclusa con una interessante visita guidata, grazie alle volontarie di AversaTurismo, non solo al Castello Aragonese che custodisce quella che è ritenuta, comunemente (ma si tratta solo di una leggenda) della carrozza di gala della Regina Giovanna d’Angiò, ma anche alla adiacente piazza Trieste e Trento con la chiesa romanica di Santa Maria a Piazza che custodisce affreschi di scuola giottesca.

A margine della manifestazione una ulteriore notizia positiva per gli uffici giudiziari cittadini. “Il coordinatore dei Giudici di Pace del circondario di Napoli Nord di Aversa, l’avvocato Antimo Femiano – ha dichiarato il presidente della Camera Civile di Aversa Carlo Maria Palmiero – sono in fase avanzata e, forse, per fine aprile, come promesso dal sottosegretario Gennaro Migliore nel corso della sua visita in città, potrebbe esserci il trasferimento tanto atteso”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico