Carinaro

Isola ecologica, Barbato propone due alternative

Carinaro – Non si placano le polemiche sulla decisione dell’amministrazione di Carinaro di dislocare l’isola ecologia nell’area adibita a parcheggio del cimitero cittadino. Appena si è avuta la certezza dell’avvenuto trasferimento che nel Puc dapprima prevedeva un’area a ridosso della zona industriale a quella adiacente al cimitero sono insorti alcuni residenti, i quali, chi per ragioni di vicinanza alla zona prescelta e chi per rispetto al luogo, appunto, il camposanto, dove riposano i defunti e per questo degno di massimo rispetto, stanno manifestando la loro disapprovazione.

A tal proposito giunge una proposta dal capogruppo consiliare di minoranza, Giuseppe Barbato, il quale dichiara: “La nuova individuazione dell’isola ecologica da parte della maggioranza consiliare sta assumendo toni davvero ridicoli. Tra dichiarazioni, volantini di questa e o di quell’altra parte di che sostiene questa amministrazione, stiamo sfociando in un psicodramma dove tutti i protagonisti si sentono gli unici depositari della verità. Chi cita articoli di Legge, chi fa notare che il progetto è un copia/incolla di un altro comune, chi sostiene ancora la giusta scelta eseguita senza mettere in conto che ci sta un malessere tra la popolazione. Ma come è possibile le critiche che provengono  dai vari movimenti politici, dalla minoranza consiliare, dagli amministratori uscenti tra cui l’ex Sindaco e dagli ex assessori all’ambiente che negli ultimi 10/15 anni hanno governato le sorti del piccolo centro alle porte di Aversa, e gli attuali amministratori non ne tengono conto? Mahhh!”.

“La mia idea e proposta – sottolinea Barbato – che estenderò anche in un’interrogazione nel prossimo Consiglio Comunale è quella che si arrivi ad una scelta diversa da quella posta in essere ultimamente. Voglio ricordare ai nostri solerti colleghi che teniamo l’ex depuratore che è proprietà del Comune di Carinaro e l’ex Sepma una fabbrica dismessa che sta nella zona industriale. Due siti che potrebbero essere individuati per effettuare questa ‘benedetta’ isola ecologica. Fate un passo indietro, ascoltate la gente, conclude Barbato, le prese di posizioni e le imposizioni non pagano, cari amministratori, stiamo rendendo un servizio utile alla città, lo hanno capito tutti, ma diamolo scevro da ogni contestazione e malumore o addirittura laddove vi sono delle manifestazioni avverse dei residenti a tale scelta. Le risoluzioni condivise sono quelle più efficaci, non credete?”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico