Pompei

Pompei, bimbo nato morto in clinica: aperta inchiesta

Pompei (Napoli) – La Procura di Torre Annunziata ha aperto un’inchiesta sul caso di un bimbo nato morto a Pompei. La decisione è stata presa dal pm di turno Marco Mansi a seguito della denuncia presentata alla stazione dei carabinieri di Pompei dai genitori del piccolo, originari di Castellammare di Stabia ma residenti a Scafati (Salerno).

La coppia si è affidata agli avvocati Adriano Cafiero e Carlo Dardo. “Vogliamo sapere la verità”, affermano.

La gravidanza era andata vanti senza particolari complicazioni fino allo scorso 6 gennaio, quando nell’ecografia è apparso chiaro dall’assenza del battito che il piccolo non era più in vita.

Il bimbo sarebbe dovuto nascere da pochi giorni dopo. I medici hanno deciso di indurre il parto alla gestante, che, dopo il travaglio, ha dato alla luce il feto morto.

L’ennesimo caso sospetto di malasanità nei primi giorni del 2016 in Campania, dopo quello di Pozzuoli che ha visto la morte di Gianluca Forestiere (guarda articolo e video).

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico