Home

“Non ti dirò”, la metamorfosi di Amedeo Perrotta

“Siamo nati liberi di scegliere in quale direzione andare…”. Non sono solo parole di una canzone. E’ il vero “credo” di Amedeo Perrotta che ha già scelto la propria direzione: quella che del “vivere di musica”, al di là del grande successo che, se poi arriva, è ovviamente ben accetto.

Dopo “Svanire”, il giovane cantautore dell’agro aversano, corista della trasmissione “Amici di Maria De Filippi” fino a qualche anno fa, lancia il secondo singolo, “Non ti dirò”, già disponibile su iTunes, Google Play, Youtube ed in tutti i digital store.

“Non ti dirò” è un monito per i disillusi, per chi preferisce rimandare piuttosto che affrontare, per chi vuole rinunciare ritenendo di conoscere già il finale, per chi ritiene che “arrendersi” sia la strada a tutti più accessibile. Ma non lo è per Amedeo che “testardamente sfida la tua indifferenza”, “spende parole”, “vende colori” e “compra illusioni”.

Un elegante pop rock, scritto e musicato da Perrotta, che gira attorno alla stupenda voce del cantautore, vera protagonista del brano. Una voce potente ma sempre contenuta, con un risultato elegante e coinvolgente.

Il video di “Non ti dirò” nel giro di pochi giorni ha ottenuto circa 20mila visualizzazioni su Youtube. Non male, davvero, per un artista emergente e indipendente. Girate da Luciano Filangieri, le scene sono ambientate a Napoli dove Amedeo “butta via” i panni di impiegato e veste quelli di musicista. Chitarra in spalla, si esibisce per strada, seguendo la sua passione che, in quanto tale, per lui non sarà mai un lavoro.

Quasi un “Kafka” che si lascia andare alla sua “metamorfosi”. Abbandona quel “corpo” che dà sicurezza nel quotidiano ma non è altro che la prigione dell’anima. E sceglie, consapevolmente, di rischiare, tutto. Potrebbe restare, ma lui “non lo sa fare”. Riuscirà a farcela? Chi può saperlo?! Comunque andrà, di una sola cosa Amedeo è certo: “Sarò libero”.

Canale Youtube (clicca qui

Pagina Facebook (clicca qui

Website: www.amedeoperrotta.com

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico