Italia

Bari, quattro rapine in una settimana: presi due malviventi

Bari – Hanno preso d’assalto quattro negozi in una settimana brandendo un grosso coltello da cucina, ma sono stati identificati e arrestati a Bari dai carabinieri della compagnia San Paolo. Si tratta di Giovanni Monno e Patrizio Ottomano, entrambi di 22 anni, uno dei quali è stato tradito da un tatuaggio che ha sulla nuca e che è stato immortalato dalle telecamere di videosorveglianza.

Gli arresti sono stati effettuati in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere. I due, di Bari e con precedenti penali, sono ritenuti responsabili di aver commesso quattro rapine ad altrettanti esercizi commerciali, tutte compiute lo scorso agosto (fra il 18 e il 25 del mese) nei quartieri Picone e Carrassi, che hanno fruttato complessivamente un bottino da 2mila euro.

I militari, considerato il modus operandi dei rapinatori, che agivano sempre utilizzando un grosso coltello da cucina, nascondendo il volto con cappellini e occhiali da sole, hanno fin da subito ipotizzato che i responsabili delle rapine fossero gli stessi.

La svolta nelle indagini e la conferma dei sospetti si è avuta grazie alla visione delle immagini impresse dalle telecamere di videosorveglianza dei negozi presi di mira, attraverso le quali è stato anche possibile notare che uno dei due banditi aveva un tatuaggio sulla nuca.

Da questo elemento, il sequestro dei vestiti e del coltello utilizzati durante le rapine, l’analisi e comparazione delle immagini acquisite dai negozi, sono stati definitivamente identificati e deferiti alla Procura, che ha emesso l’ordinanza notificata l’altra mattina.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Il clan Zagaria in Romania: Inquieto sarà estradato in Italia - https://t.co/JopdmxHijc

Napoli, "MigrAngels": la band italo-migrante "ogni oltre ideologia" - https://t.co/uoBSdlfvYA

Napoli, Enzo Dong inaugura il negozio "StartUp" - https://t.co/3p2na3UAJq

Marvin Hagler, l'ex campione del mondo di pugilato incontra gli studenti di Secondigliano - https://t.co/H4PNei1g4F

Condividi con un amico