Home

Alessandra Amoroso a Grazia: “Sono felice ma ho paura”

Ha scelto il settimanale “Grazia” per raccontare il suo nuovo amore: Alessandra Amoroso fa un primo resonconto dei suoi primi 30 anni.

E come festeggiare se non con un album nuovo – “Vivere a colori” – di grande successo?”Bellissimo, è il frutto di un anno intenso di lavoro. Non vedo l’ora di farlo ascoltare perché è più ‘sudato’ degli altri, qui c’è la vera Alessandra che cresce, ci sono la mia ricerca musicale, tante sfumature, suoni stupendi. C’è la mia famiglia professionale di autori, produttori. E ci sono pure le mie foto. Mi piace farmi fotografare, vestire, truccare: mi entusiasma vedermi diversa. Io, piccolina, con poche forme, mi considero ‘un tipo’, né bella, né sensuale. Apparire così donna in quelle foto mi ha divertito” ha detto la cantante in merito al suo disco.

Un anno quello trascorso segnato anche da un momento molto importante, quale la sua operazione alle corde vocali che l’ha spaventata non poco. “Rimanere in silenzio per una settimana. La mia mamma mi prendeva in giro: ‘Adesso saremo tutti più tranquilli’. Il problema, però, è che, se non parlo io, c’è troppo silenzio in casa. La prima cosa che ho pensato è: ‘Riuscirò a riprendermi?’. Quei due noduli, nel bene e nel male, erano i responsabili del mio timbro graffiante. E se non fosse stato più così? La prima volta che ho emesso un suono dopo l’operazione volevo morire: avevo una voce gracchiante. Il mio cervello pensava un suono, dalla mia bocca ne usciva un altro. Ora posso dirlo: sì, ho avuto veramente paura. Per fortuna, con il giusto esercizio, sono tornata a cantare. E il timbro è rimasto lo stesso”.

E poi spazio all’amore, quello con Stefano che i  giornali hanno definito suo manager” “Non è il mio manager. E’ la persona che mi rende felice. E non dirò di più. Quella della cantante è la mia vita per gli altri e la racconto volentieri. Poi c’è quella privata, che non credo debba essere condivisa, anche perché ne fanno parte certe persone”.

Il sogno da realizzare? “Sposarmi e avere dei figli. Non adesso, magari, perché è qualcosa a cui devi dedicarti per bene. Ma prima o poi…”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico