Aversa

Vargas (Ncd): “Giù le mani da Piazza Marconi!”

Aversa – “Levate le mani da Piazza Marconi!”. Così Luigi Vargas, coordinatore cittadino del Nuovo Centrodestra, reagisce alla proposta di varie associazioni di bloccare il normale restyling di piazza Marconi per riportare in auge i grandi reperti storici di cui il sottosuolo è ricco.

“Bisogna ricordare – dice Vargas – che sono state raccolte migliaia di firme affinché si possa procedere ad una sistemazione civile e regolate di tale spiazzo che è stato sempre
trascurato da tutte le amministrazioni a venire. Se facciamo ciò che le associazioni propongono, questa zona continuerà ad essere del tutto emarginata. Fatti concreti non parole gettate al vento. E’ inutile escluderlo, questa è una caratteristica aversana. Vedi via Roma”.

Vargas chiede al commissario prefettizio Ruffo “la clemenza di accogliere il mio invito a procedere con i lavori che non intaccherebbero in alcun modo il patrimonio culturale
sottostante. In tal caso sarebbe la Soprintendenza ai Beni Culturali a bloccare tutto. Una richiesta del genere non escluderebbe il fatto che un domani si possa passare ad una rivalutazione veritiera dei tesori di cui la nostra Aversa è piena. Bisogna però ammettere che di spirito civico in ambito normanno ne aleggia ben poco. La rivalutazione di tale area, nei termini evidenziati dalle varie associazioni ‘pre-elettorali’ aversa ne, sanno di esibizionismo infantile, matrice di un fare ostruzionistico che ha leso e continua a ledere
la nostra città”.

“Incominciamo ad amare davvero la nostra città, abbiamo l’umiltà di girare tra la gente e chiedere la loro. – conclude il coordinatore di Ncd – Le improvvisazioni di risoluzioni fine a se stesse lasciano il tempo che trova. Gli abitanti e i negozianti di piazza Marconi reclamano una piazza che abbia tutti i canoni per essere aggiudicata tale. Parliamo di rivalorizzazione dei beni culturali quando ad Aversa si potrà parlare davvero di ‘turismo’. Siamo ancora a tasso zero. Giù le mani da piazza Marconi e via al restyling!”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico