Aversa

PalaJacazzi al freddo, le squadre di pallavolo minacciano di non pagare fitto

Aversa – L’amministrazione comunale non fornisce il riscaldamento del PalaJacazzi e le società sportive che lo utilizzano annunciano che non pagheranno il canone di affitto.

È quanto avrebbero scritto al commissario prefettizio Mario Rosario Ruffo i responsabili delle due squadre di pallavolo cittadine la Clendy Aversa e la Mobilya Volley Aversa. La decisione sarebbe stata presa a seguito delle contestazioni fatte dal presidente della squadra del Rovigo che al termine della partita di campionato giocata domenica contro la Clendy avrebbe accusato di boicottaggio i colleghi aversani per non aver avvertito la sua società della mancanza di riscaldamento nella struttura sportiva.

Cosa che avrebbe creato difficoltà alle atlete della squadra che, a differenza delle avversarie che conoscevano l’esistenza del problema, non essendo adeguatamente equipaggiate per contrastare la rigida temperatura avrebbero avuto difficoltà nelle fasi di gioco, risultando sfavorite nella gara con la Clendy affrontata con un handicap tale da incidere sul risultato finale. Una dichiarazione riportata dalla stampa che ha rappresentato la goccia che fa traboccare il vaso per Sergio Di Meo.

Il presidente della Mobilya Volley Aversa che aveva già preso in affitto una palestra situata nel comune di San Cipriano per consentire l’allenamento regolare e corretto delle giocatrici, che puntano in alto nel torneo nazionale, per superare il problema creato dall’amministrazione non provvedendo alla riparazione del bruciatore di gasolio del palazzetto, guasto da metà dicembre, causa del mancato funzionamento dell’impianto di riscaldamento, pur pagando un canone di locazione di 1300 euro mensili al Comune, proprietario della struttura, ha comunicato al commissario prefettizio che non pagherà più l’affitto fino a quando non sarà riparato il guasto.

Una minaccia che sembra aver ottenuto l’effetto desiderato perché sarebbe stata approntata una  determina che impegna l’ente a provvedere alla riparazione del guasto. A questo punto non resterebbe che aspettare i tempi tecnici per vedere il palazzetto tornare alla perfetta funzionalità.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico