Home

Obama: “Distruggeremo l’Isis. Minaccia tutti”

Washington – Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha parlato alla nazione, alle 2 di notte ora italiana, con il discorso tenuto dallo Studio Ovale della Casa Bianca, durato 13 minuti.

“Con la leadership americana, la comunità internazionale ha iniziato a stabilire un processo e una tempistica, per perseguire il cessate il fuoco e una soluzione politica alla guerra siriana”, ha detto Obama.

“In questo modo – ha aggiunto – si consentirà al popolo siriano e a ogni Paese, compresi gli alleati, ma anche alla Russia, di concentrarsi sull’obiettivo comune di distruggere l’Isis, un gruppo che ci minaccia tutti”.

“Gli Stati Uniti sconfiggeranno il terrorismo che è entrato in una nuova fase – ha detto riferendosi alla strage di San Bernardino – Il terrorismo è una minaccia reale, ma vinceremo”.

“Siamo dalla parte giusta della storia. Ricordiamoci che la libertà è più forte della paura. Quello di San Bernardino è stato un atto di terrorismo, progettato per uccidere persone innocenti, ma finora non abbiamo prove che i killer siano stati diretti da gruppi terroristici all’estero anche se avevano iniziato un percorso di radicalismo”.

“Bisogna rendere più difficile per la gente comprare fucili d’assalto come quelle usate nell’attacco a San Bernardino, a partire dall’approvazione di una legge che impedisca a chi si trova già sulla lista nera di quanti non possono salire su un aereo di comprare armi”.

Poi ha sottolineato l’importanza delle restrizioni al “K-1 non immigrant visa program”, il visto concesso a coniugi o fidanzati “in modo che si possano fare più controlli e accertare che chi viene in America non sia stato nelle zone di guerra”.

“Ma – avverte -non saremo trascinati in una guerra lunga e costosa. Questo è quello che vuole l’Isis. Non invieremo truppe di terra in Siria e in Iraq. La strategia di adesso – raid aerei, forze speciali e collaborazione con le truppe locali che lottano per riprendersi il controllo del Paese – è così che raggiungeremo una vittoria più sostenibile”, ha concluso.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico