Napoli

Meccanico ucciso dalla camorra, fiaccolata per Luigi Galletta

Napoli – E’ partita da piazza Enrico De Nicola la fiaccolata in memoria di Luigi Galletta, il 22enne meccanico, incensurato, vittima innocente di camorra, ucciso a luglio in via Carbonara (leggi qui)

Scesi in strada non solo i cittadini del quartiere San Lorenzo, anche le scuole e le parrocchie del territorio. “Un momento – hanno ribadito i comitati – per dire no alla camorra e a tutte le forme di violenza e criminalità che opprimono la vita quotidiana del quartiere. E’ anche l’occasione per stringerci attorno al dolore della famiglia Galletta e sostenere le energie positive impegnate sul territorio per la legalità e la giustizia sociale”.

Ad aprire il corteo lo striscione “Luigi Galletta, Noi ci siamo”. In prima fila Vincenzo, il papà del meccanico: “Ho un dolore in petto. Mi hanno ammazzato un ragazzo che non c’entrava nulla con quello che stava accadendo. Ringrazio tutto il quartiere. Non so se può cambiare qualcosa, è positivo che in molti siano in piazza. Potrei anche perdonare gli assassini di mio figlio, ma almeno mi dovrebbero spiegare perché me l’hanno ammazzato. Per i suoi fratelli spero in un futuro migliore”, ha detto.

Dietro a Galletta, un altro papà, Antonio Cesarano: suo figlio Gennaro è stato ucciso all’alba del 6 settembre in piazza Sanità, colpito da un proiettile vagante non diretto a lui durante un raid di camorra (leggi qui). In rappresentanza del Comune di Napoli c’erano il sindaco Luigi de Magistris e l’assessore Alessandra Clemente.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Francavilla Fontana, rapina un uomo e poi un bar: arrestato https://t.co/RIBcY8Ifc5

Napoli, fucile e bombe a mano nascosti in solaio al Rione Traiano https://t.co/STl7o6zuYW

Campania - Obiettivo "Zero Epatite C": web serie con medici e pazienti (18.10.18) https://t.co/IwSXZbfmcH

Napoletani scomparsi in Messico, i parenti occupano i binari della stazione - https://t.co/faZF0ai8xR

Condividi con un amico