Sant’Arpino

Federconsumatori: “Ammesse le inefficienze della Iap”

Sant’Arpino – Grande partecipazione popolare al convegno della Federconsumatori domenica mattina. Nonostante il clima piovoso, sala convegni del Palazzo Ducale strapiena, ed attenzione altissima “la trasparenza nei tributi comunali a tutela dei contribuenti” questo il tema affrontato dai relatori.

L’avvocato Ivana Tinto, moderatrice del convegno ha precisato come l’iniziativa si inserisce in una serie di incontri tematici che la Federconsumatori sta tenendo nel territorio atellano, per favorire la tutela dei contribuenti attraverso la conoscenza dei loro diritti. Dopo i saluti di Antonio Crispino, delegato atellano della Federconsumatori, che ha illustrato ai presenti gli obiettivi dell’associazione e le norme legislative che favoriscono la presenza dei consumatori al tavolo delle decisioni amministrative, ha preso la parola Giovanni Ciuonzo, membro della direzione provinciale, che ha sottolineato l’importanza del coinvolgimento dell’associazione dei consumatori per la crescita del territorio e per la partecipazione dei cittadini alla vita democratica del comune.

La moderatrice ha dato poi la parola al dottor Bartolomeo Merenda, consulente della Federconsumatori, che ha brillantemente relazionato sull’importanza della trasparenza negli atti amministrativi e sull’evoluzione delle norme che il legislatore ha prodotto dalla legge 241 del 1990 ad oggi a tutela del diritto alla trasparenza del cittadino. Ha preso poi la parola il professore Giuseppe Dell’Aversana che, in nome e per conto del comitato cittadino Anti-Iap, ha illustrato con una calorosa relazione la storia della nascita del comitato ed i motivi che hanno spinto tanti cittadini ad unirsi per difendersi dai soprusi dell’azienda di riscossione tributi santarpinesi. In particolare, ha sottolineato le numerose contraddizioni degli atti amministrativi, le deficienze della Iap, le ingiustizie subite dai cittadini e la mancanza di confronto da parte degli amministratori locali.

Dopo l’appassionato intervento ha preso la parola il tributarista Alfredo Di Franco che in una lunga e minuziosa relazione ha spiegato tutte le procedure che i cittadini hanno a disposizione per difendersi dall’inefficienza della pubblica amministrazione illustrando i vizi delle procedure e le norme per ricorrere.

Alla fine dell’intervento la moderatrice ha dato la parola ai cittadini  presenti in sala per stimolare il dibattito, dopo alcuni interessanti  interventi  a cui hanno dato risposta i relatori, ha chiesto ed ottenuto la parola l’assessore ai tributi Salvatore Brasiello che ha elogiato l’iniziativa della Federconsumatori, ammettendo le  gravi inefficienze della Iap che ha deluso le aspettative degli amministratori comunali,  chiedendo la collaborazione del Comitato e della Federconsumatori per avviare un percorso comune di confronto finalizzato a rescindere il contratto con l’azienda di riscossione.

Fra i numerosi consiglieri presenti in sala, sono poi intervenuti Elpidio D’Elia, ex assessore all’ambiente, Giovanni D’Errico, decano dei consiglieri comunali e l’avvocato Angelo Lettera, consigliere di opposizione, quest’ultimo si è detto pronto a collaborare mettendo a disposizione le sue interrogazioni consiliari contro la Iap per favorire il raggiungimento dell’obiettivo. Insomma una mattinata densa e significativa in cui ha trionfato la democrazia dal basso, il confronto e la necessità di trasparenza e partecipazione dei cittadini per la crescita del territorio.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico