Aversa

Santulli: “L’accordo con il Pd è possibile”

Aversa – “Dopo le elezioni regionali dove, insieme all’Udc e Consoli, abbiamo sostenuto De Luca, per le amministrative di Aversa abbiamo partecipato ad un tavolo di presentazione, organizzato dal Pd, unitamente ad altre forze moderate. Ovviamente un incontro interlocutorio, per comprendere se si possono creare le condizioni per condividere un progetto che è ancora in embrione. Stiamo valutando la praticabilità politica di una tale ipotesi. Non ci sono adesioni a scatola chiusa”.

A parlare l’ex parlamentare centrista e consigliere comunale uscente Paolo Santulli che rimarca le motivazioni e lo spirito della partecipazione dell’Udc al costituendo tavolo del centrosinistra. “Per quanto mi riguarda – afferma Santulli – già diversi anni fa, personalmente, ho sostenuto De Franciscis alla presidenza della Provincia di Caserta. Ho quindi partecipato alle Amministrative di Aversa, prima, in alternativa a Ciaramella e poi con Sagliocco, sempre come indipendente, proveniente da liste civiche”.

L’ex parlamentare tocca anche l’argomento programma elettorale quando precisa: “Certamente la Maddalena, l’Opg, la Texas, l’Ospedale, sono realtà meritevoli di attenzione a cui il Pd intende dare priorità, ma non né abbiamo ancora parlato. Di certo si tratta di proprietà e gestioni che esulano dal Municipio di Aversa, per cui la soluzione delle problematiche non dipenderà, esclusivamente, alla volontà dell’Ente locale. Noi pensiamo ad altre priorità”.

Spontaneo chiedere quali sono queste priorità. Di seguito la risposta: “E’ molto tempo, e già in passato ho avuto modo di parlarne, che valutiamo di primaria importanza la viabilità. Aversa ha problemi di penetrazione ed attraversamento, il traffico paralizza la Città e crea notevoli inconvenienti e disagi in tante direzioni, a cominciare dalla vivibilità, dalla sicurezza, dal commercio e così via discorrendo. Abbiamo, con alcuni Professori della Facoltà di Ingegneria, preparato un progetto di fattibilità per due varianti: La variante di viale Olimpico e la variante di viale Kennedy, l’ex variante. Le due opere una volta realizzate, creeranno un raccordo, intorno ad Aversa, ovest-sud-est, arrivando a Nord con l’innesto sulla Nola Villa Literno, a Teverola e a Parete-Lusciano, con la bretella Aversa – Giugliano. Inoltre è tempo di promuovere Aversa come Città del turismo, sono anni che ne parliamo, ma dobbiamo creare le condizioni affinché i privati possano realizzare degli alberghi, abbiamo bisogno di posti letto. Inoltre per favorire la raccolta differenziata e migliorare la situazione igienica è necessario promuovere delle premialità per i cittadini. Dobbiamo promuovere progetti reali e possibili”.

Ok il programma, ma ci sarà l’intesa con i Democratici aversani? “L’accordo con il Pd – conclude Santulli – è possibile, tutto dipende dal rispetto delle varie realtà rappresentate, dalla disponibilità ad un dialogo senza posizioni dominanti o recessive e dalla possibilità di un confronto costruttivo, franco, democratico, lontano da logiche di prevaricazione”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Cesa, rinnovata convenzione con Gloria Village: sconti per residenti - https://t.co/goyg0r2mE1

Cesa, festa in onore di San Cesario: il programma https://t.co/0qFtGCQH3C

Aversa, cancro della mammella e della cervice uterina: screening al ‘Moscati’ https://t.co/8YOxdS5sW6

"Punta il piccione e spara": la giornalista Marilù Musto racconta la vita del pentito Buttone - https://t.co/RFHWEnkeHn

Condividi con un amico