Teverola

“Fight and Speed”, corsi di arti marziali per impartire la disciplina ai giovani

 

Teverola – Nella serata di martedì 10 novembre, alla caffetteria pizzeria “Nazionale”, si è tenuto il primo “Fight and Speed event”. Uomini di sport che rappresentano i pilastri dell’agonismo e non campano, si sono incontrati in occasione del raduno organizzato dal presidente dell’Asd “Fight and Speed” Michele Massimo.

A partecipare, oltre a numerosi ragazzi ritenuti l’eccellenza del territorio, anche maestri del calibro di Pietro d’Alesio (Wing Chun), Francesco Torrombacco (kick-boxing), Francesco Di Chiara (Mma), Stefano Caputo (Atletica leggera), Luca Di Martino e Carlo Molinaro (kick-boxing), Agostino Di Rauso (staff tecnico della Clendy Aversa – Serie A femminile di pallavolo) e tanti altri. Non ha fatto mancare la sua presenza Don Biagio Russo, cappellano militare della brigata bersaglieri “Garibaldi”.

A mostrare la loro vicinanza al progetto anche il sindaco di Teverola, Dario Di Matteo, ed il consigliere Lorenzo Picca. I due componenti del comune locale hanno palesato la loro vicinanza sia al mondo dello sport in generale che agli sportivi presenti.

Nel corso della serata si è parlato della possibilità di avviare una serie di collaborazioni tra i vari professionisti, pronti ad allenare i più giovani e non solo.

“Vogliamo portare avanti – dice il presidente Michele Massimo – un concetto di sport alla portata di tutti, aperto a tutte le fasce di età. Vogliamo creare delle sezioni dedicate per agonisti ed amatoriali. La nostra volontà è di introdurre nuovi metodi di allenamento, i quali possono solo scaturire da un aggiornamento costante”.

Insomma un’idea sportiva per il benessere fisico: “Stiamo pensando a programmi di ginnastica funzionale alle problematiche del corpo, migliorativa per tutto ciò che concerne postura e forza muscolare. Non sottovalutiamo l’aspetto legato ai più piccoli che, prima di tutto, devono divertirsi”.

Quali arti marziali prediligere? “Sono tutte valide. Non sono violente, piuttosto educative ed a favore della difesa personale. Ti insegnano la lealtà, il rispetto e la disciplina. Fattori fondamentali per la buona crescita degli adulti del domani”.

Campania terra di talenti. “Abbiamo, inconsapevolmente, tantissimi campioni nella nostra Regione. C’è molto materiale su cui lavorare; è altrettanto vero che nel marmo ci sono tantissime sculture, la bravura sta nel saperlo lavorare. E’ necessario coinvolgere mentalmente, oltre che fisicamente, chi comincia ad percorrere i primi tratti di strada di questo mondo”.

Qual è l’utilità del raduno? “Indubbiamente fornisce a tutti i partecipanti la possibilità di confrontarsi, di mettere in relazione le proprie conoscenze, arricchire il proprio bagaglio di preparazione. Siamo tutti parte di un progetto unico nel suo genere, capace di togliere i ragazzi dalla strada ed offrir loro la possibilità di fare sport a prezzi davvero stracciati. Lo facciamo per hobby, il nostro non è un business”.

Che idea rendere a chi vuole seguire i corsi? “Penso quella del totale. Vogliamo dare l’opportunità a tutti di provare esperienze sempre diverse con preparatori di un certo livello”.

Cosa manca alla partenza? “Siamo in cerca di una struttura valida, ma cominceremo prestissimo. Includeremo corsi anche per le donne, soprattutto corsi di difesa personale. Ovviamente la violenza non deve essere la soluzione, ma oggi come oggi anche il genere femminile deve sapersi difendere, specie dai mariti violenti. Il desiderio è offrire un servizio che sia per tutti”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico