Casal di Principe - San Cipriano - Casapesenna

Casapesenna, Giovanni Maddaloni e don Luigi Merola incontrano gli studenti

Casapesenna – “Vivere è stupefacente”. Questo il messaggio dell’evento in programma sabato 14 novembre, alle 10.30, nella scuola media “Pascoli” di Casapesenna, su iniziativa del Forum dei Giovani e dell’amministrazione comunale per discutere di problematiche giovanili e droga.

All’evento parteciperanno circa 200 studenti, tra i 14 e i 18 anni, di cinque scuole dell’agro aversano: il liceo scientifico di San Cipriano, il liceo “Fermi” di Aversa, l’Itc di Casal di Principe, la scuola media di Parete e la media “Pascoli” di Casapesenna. Sono i più giovani, infatti, i destinatari del convegno.

Ad aprire i lavori saranno la dirigente scolastica Angelina Iaiunese, il sindaco Marcello De Rosa, il presidente del Forum Bernardo Massaro, il parroco don Vittorio Cumerlato e porterà il suo saluto la presidente dell’associazione “Cuore e amore”, Maria Rosaria Madonna.

A parlare delle problematiche giovanili e dei suoi risvolti più drammatici, come l’uso di sostanze stupefacenti, ci saranno relatori provenienti da diverse esperienze professionali. Come Giovanni Maddaloni, maestro dell’Asd Star Judo Club, noto per essere l’autore dell'”Oro di Scampia”, il libro autobiografico scritto in collaborazione con Marco Caiazzo, che narra le incredibili storie di vita e le attività che ruotano intorno alla palestra di judo gestita dal maestro Maddaloni, che offre corsi gratuiti a tutti i ragazzi disagiati del quartiere delle Vele. Ci saranno poi Paolo Iodice e Giovanni Calabrò, rispettivamente vicequestore della polizia di Aversa, e tenente della stazione dei Carabinieri di Casal di Principe.

Molto attesa la “testimonianza” che porterà don Luigi Merola, l’ex parroco di Forcella, autore di molti libri sul disagio giovanile, sul “cancro camorra”, e su molte storie di ordinaria illegalità.  Don Luigi Merola è stato il promotore della fondazione di recupero minorile “A Voce d’è Creature”, della quale è tutt’ora presidente. La fondazione è stata voluta da don Merola per i ragazzi a rischio e in particolare per quelli che si sono allontanati dalla scuola. I lavori del convegno saranno moderati da Vincenzo Di Gennaro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico