Maddaloni - Valle di Maddaloni

Al Convitto Nazionale “Uomini sotto il sole” di Kanafani con padre Zanotelli

Maddaloni – Nell’ambito della ricchissima programmazione per il mese di novembre 2015 al Convitto Nazionale Statale “Giordano Bruno” di Maddaloni, si coglie l’occasione per ricordare l’evento del 20 novembre 2015 che si terrà nella accogliente ed elegante Sala “Luigi Settembrini” della medesima Istituzione convittuale maddalonese, dalle ore 10 e prevede il coinvolgimento di una rappresentanza della scolaresca.

L’appuntamento della seconda metà di novembre di cui si riferisce riguarda la presentazione del libro “Uomini Sotto il Sole” di Ghassan Kanafani.

L’interessante appuntamento nasce dalla collaborazione della TACOCISU di Caserta e del Convitto Nazionale Statale “Giordano Bruno”di Maddaloni.

L’evento nasce dalla dinamica e continua programmazione che il Rettore, prof. Michele Vigliotti, e il DSGA, Antonio d’Angelo, favoriscono e promuovo all’interno della prestigiosa struttura scolastica.

Andando nel dettaglio della programmazione della giornata va detto che essa inizierà con la Proiezione di immagini dal filmato “A Sud di Lampedusa” di A. Segre (Italia, 2006). Subito dopo si avranno i saluti, finalizzati all’illustrazione dell’evento, da parte del Rettore, prof. Michele Vigliotti e dello psicologo dott. Gianluca Vittorio.

A seguire l’attesa relazione di padre Alex (Alessandro) Zanotelli (padre Comboniano), nato a Livo il 26 agosto 1938, è un religioso, presbitero e missionario italiano. È l’ispiratore ed il fondatore di diversi movimenti italiani tesi a creare condizioni di pace e di giustizia solidale. Il 23 settembre 2013 gli è stata conferita la laurea honoris causa in Giurisprudenza presso il Dipartimento Jonico in “Sistemi giuridici ed economici del Mediterraneo: società, ambiente, culture» dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro. Ed ancora è direttore, sin dalle origini, della rivista nonviolenta fondata da don Tonino Bello, Mosaico di Pace.

Dopo la relazione alcuni alunni reciteranno la poesia di Mahmud Darwish “Mia Madre”  e quindi si svilupperà un dialogo tra il relatore e gli  studenti.

Seguirà la premiazione degli studenti che hanno partecipato al percorso di letture ed hanno scritto un breve testo sui temi trattati.

Seguiranno le letture degli allievi:

  1. Basta poco per volare, apri un libro (Maddalena)
  2. La lettura è uno squarcio di cielo che pone le sue radici nella ragione e che si ramifica verso la passione (Mariarosaria)
  3. Leggere è scoprire un vasto universo e lasciarselo entrare dentro (Fabiana Rita)
  4. Leggere libera l’anima (Fiore)
  5. Leggere significa essere sempre preparati sulle pagine della nostra vita (Francesco)
  6. leggere è vivere di un’altra vita, ma trarre insegnamento per la propria (Clemente)

Coordinerà la manifestazione Gianluca Vittorio.

Per un approfondimento biografico dell’autore del libro va detto che Ghassan Kanafani è stato uno scrittore giornalista e attivista palestinese, particolarmente impegnato per la causa del suo popolo; è scomparso nel 1972 a seguito di un attentato incendiario in cui perse la vita insieme ad una sua nipote sedicenne.

Ha scritto: RITORNO AD HAIFA – LA MADRE DI SAAB – DUE STORIE PALESTINESI.

La voce di Kanafani si leva alta e forte a indicare, in maniera profetica, il dramma del nostro tempo: l’emigrazione forzata delle popolazioni minacciate dalla guerra e dalla fame verso le città opulente del Nord del mondo.

Per maggiori informazioni o sulle attività del Convitto Nazionale Statale  “Giordano Bruno”, sito Via San Francesco D’Assisi, 119 a Maddaloni (CE) è possibile contattare la segreteria al numero  0823-434918, oppure consultare il portale dedicato  http://www.cngb.it .

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Gricignano, la commercialista Giusy Affinito candidata di "Si Può Fare" - https://t.co/paj1XJKJKP

San Tammaro, 4mila pacchetti di sigarette nascosti in auto: 2 arresti https://t.co/T09Rjpf4Kj

Vitalizi, l'ex ministro Landolfi prende a schiaffi l'inviato di Giletti - https://t.co/KmgEeuDEsM

Berlusconi contro i 5stelle: "Nella mia azienda pulirebbero i cessi". Salvini: "Così si chiama fuori" - https://t.co/38Tq2r5FuO

Condividi con un amico