Napoli

Patrimoni illeciti all’Estero, convegno su “Voluntary disclosure” a Napoli

Napoli – “Voluntary disclosure”, alias “collaborazione volontaria”, ovvero la possibilità di regolarizzazione offerta a chi, detenendo illecitamente patrimoni all’estero, decide di denunciare spontaneamente la propria posizione all’Amministrazione finanziaria.

E’ stato l’oggetto del convegno tenutosi nella sede dell’Unione Industriali di piazza dei Martiri, a Napoli. Questa pacificazione tributaria, introdotta il 1 gennaio 2015, prevede il pagamento in un’unica rata delle imposte accertate sui redditi e una riduzione anche del 50% delle sanzioni pecuniarie e penali, arrivate fino a 12 anni di reclusione e 100 mila euro di multa per chi impiega a fini speculativi i proventi di un delitto non colposo. Le pene si inaspriscono per i delitti dolosi.

L’incontro, organizzato dall’Agenzia delle Entrate in collaborazione con l’Ordine dei Commercialisti e l’Unione Industriali di Napoli, è stato moderato da Oreste Saccone, coordinatore scientifico del Centro Studi di diritto tributario ”Spazio Aperto”, e ha visto gli interventi di importanti personalità rappresentative degli Enti coinvolti quali Ambrogio Prezioso, Vincenzo Moretta e Carlo Palumbo.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Gricignano, la commercialista Giusy Affinito candidata di "Si Può Fare" - https://t.co/paj1XJKJKP

San Tammaro, 4mila pacchetti di sigarette nascosti in auto: 2 arresti https://t.co/T09Rjpf4Kj

Vitalizi, l'ex ministro Landolfi prende a schiaffi l'inviato di Giletti - https://t.co/KmgEeuDEsM

Berlusconi contro i 5stelle: "Nella mia azienda pulirebbero i cessi". Salvini: "Così si chiama fuori" - https://t.co/38Tq2r5FuO

Condividi con un amico