Mugnano

Mugnano, sequestrata una legatoria abusiva

I finanzieri del gruppo di Giugliano hanno scoperto un’attività di “legatoria” abusiva esercitata all’interno di uno stabilimento, situato a Mugnano, già sottoposto a procedura fallimentare.

Accertata la presenza di due distinte aziende all’interno della stessa fabbrica, entrambe operanti nello stesso settore commerciale. Mentre una delle aziende era sottoposta a procedura fallimentare, e pertanto non autorizzata a svolgere alcuna attività economica, la seconda, all’esito di approfondimenti investigativi, risultava essere la prosecuzione dell’impresa fallita in quanto esercitava irregolarmente l’attività usufruendo delle maestranze, dei macchinari e delle materie prime della fallita.

Accertata, inoltre, la continuità nella gestione tra l’impresa individuale fallita e la nuova, quest’ultima rappresentata legalmente dal figlio dell’imprenditore già sottoposto a procedura fallimentare, riscontrate palesi difformità tra i beni della ditta fallita iscritti nell’inventario redatto dal curatore fallimentare, nonché la cessione fittizia di macchinari dell’impresa fallita a favore della srl, quest’ultima costituitasi in tempi immediatamente antecedenti alla dichiarazione di fallimento al solo scopo di sottrarli all’azione giudiziaria.

I due rappresentanti legali sono stati denunciati alla procura di Napoli Nord.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico