Napoli

“Coding Girls”, il console Usa incontra a Napoli le future donne hi-tech

Napoli – Fondazione Mondo Digitale e Ambasciata americana a Roma, in collaborazione con Microsoft, hanno dato vita al progetto “Coding Girls” con l’intento di contrastare il divario generazionale e accelerare il raggiungimento delle pari opportunità nel settore scientifico e tecnologico.

La staffetta formativa sul coding coinvolge 400 studentesse di 8 scuole secondarie di Roma e Napoli dal 2 all’8 novembre. I laboratori di coding nelle scuole sono tenuti da tutor esperte della Sapienza Università di Roma, di Tor Vergata e dell’IIS Pacinotti-Archimede di Roma e sono capitanati dalla coach statunitense Ashley Gavin.

Importante novità di quest’anno è il coinvolgimento delle scuole napoletane, in coordinamento con il Consolato Generale Usa per il Sud Italia.

I laboratori nelle scuole hanno preso inizio il 3 novembre pomeriggio a Roma, proseguono il 4 sempre nella Capitale per poi arrivare in 4 scuole di Napoli il 5 e 6 novembre. Alla fine della settimana, sabato 7 e domenica 8, si tiene l’hackathon al femminile presso la Palestra dell’Innovazione della Fondazione Mondo Digitale (Roma, via del Quadraro 102) con le studentesse di Roma e Napoli. Le scuole protagoniste dell’iniziativa sono: IC Piazza Winchelman di Roma, Lss Croce di Roma, lss Righi di Roma, Lss Kennedy di Roma, Iis Nitti di Napoli, IC Boscotrecase di Napoli, Itis G. Ferraris di Scampia, Ipsia Casanova di Napoli.

A Scampia il 6 novembre c’è stata la visita di Colombia Barrosse, Console generale del Consolato degli Stati Uniti d’America a Napoli.

Quest’anno le Coding Girls sono anche portavoce della campagna europea “e-Skills for Jobs” diffusa dalla Commissione europea in 22 paesi per promuovere le competenze digitali tra le nuove generazioni.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico