Giugliano

Tortura il figlio con acqua fredda e scariche elettriche: arrestato

Giugliano (Napoli) – Veniva bagnato con secchi d’acqua fredda e lasciato a torso nudo fuori casa, al freddo dell’inverno. In altre occasioni veniva torturato anche con scariche elettriche.

E’ l’agghiacciante racconto di un 15enne, figlio di un 47enne algerino, residente a Giugliano, nel Napoletano, che lavora come cuoco, arrestato lunedì dai carabinieri su ordine della Procura di Napoli Nord. I fatti risalgono a circa tre anni fa, quando il ragazzino aveva 12 anni.

L’uomo è accusato di maltrattamenti anche nei confronti della moglie. Proprio lei è stata a denunciarlo ai carabinieri di Campobasso, città del Molise dove si era rifugiata insieme ai figli. Ora la donna e i minori si trovano in una struttura protetta, mentre il nordafricano è stato rinchiuso in carcere.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Il teatro come risposta al razzismo: i ragazzi del Liceo 'Massimo' di Roma in scena a Maiano di Sessa Aurunca - https://t.co/B6pk2ZbEXD

A Capri arrivano 100 scacchisti per il torneo internazionale intitolato a Lenin - https://t.co/R2LTiCIYy5

Strage di San Marco in Lamis: arrestato uno dei killer - https://t.co/uKHKewnXeh

Roma, ritrovati dipinti del '600 rubati ai Parioli - https://t.co/9bD7hw89N4

Condividi con un amico