Gricignano

Puzza, nuova audizione in Regione: “Da Ecotransider occorre impegno immediato”

Gricignano – La situazione ambientale nell’area industriale di Aversa Nord è stata di nuovo al centro dell’audizione della Terza Commissione Speciale ‘Terra dei Fuochi, Bonifiche, Ecomafie’, presieduta dal consigliere regionale di Forza Italia, Gianpiero Zinzi, svoltasi giovedì mattina.

Al centro del dibattito il caso della Ecotransider, azienda che opera nel ramo dello smaltimento dei rifiuti umidi e da tempo nel mirino delle popolazioni di Gricignano e dei comuni limitrofi con l’accusa di produrre miasmi nauseabondi che infestano il territorio.

Presenti, oltre a Zinzi, la vicepresidente Loredana Raia (Pd), la segretaria Maria Muscarà (M5S) e i consiglieri regionali Vincenza Amato (Pd), Francesco Emilio Borrelli (Verdi) Stefano Graziano (Pd). All’incontro hanno partecipato la dirigente del settore ‘Autorizzazioni ambientali e rifiuti – Caserta’ della Regione Campania, Norma Naim; il presidente del Consorzio Asi Caserta, Raffaela Pignetti; la responsabile dell’area tecnica del Comune di Gricignano, Anna Cavaliere; il procuratore della ditta Ecotransider, l’avvocato Alfredo Cretella; il consulente tecnico dell’Ecotransider, Massimiliano Bini; il sindaco di Gricignano, Andrea Moretti; il commissario Arpac, Pietro Vasaturo.

“Dopo l’audizione tenutasi la scorsa settimana – ha dichiarato il presidente Zinzi – l’attenzione della Commissione si è concentrata nuovamente sulla situazione ambientale dell’area industriale di Aversa Nord per completare una discussione che aveva già portato interessanti spunti. Compito della Commissione è quello di fare chiarezza e fornire un contributo alla soluzione della problematica. In questo senso utilizzeremo questi incontri per rafforzare la sinergia tra Regione, Asl, Arpac e Provincia di Caserta e dare un concreto sostegno alle sofferenze dei cittadini che abitano i centri adiacenti all’area industriale e che lamentano l’emissione di cattivi odori sorti con l’insediamento dell’azienda Ecotransider”.

“Una presa di coscienza e un impegno immediato da parte della ditta”, è quello che hanno chiesto le consigliere regionali Muscarà e Raia. La presidente dell’Asi, Pignetti, ha invece sottolineato la necessità che l’azienda provveda alla variazione della destinazione d’uso comunicata a suo tempo al Consorzio, dal momento che attualmente risulta occuparsi di ‘trasformazioni meccaniche di sostanze derivate dal ferro’.

La dirigente della Regione Campania, Naim, ha ripercorso le tappe dell’impegno del settore ambiente in questa direzione, prospettando anche la possibilità di procedere alla convocazione di una conferenza di servizi sull’Aia (Autorizzazione Integrata Ambientale). Il commissario Arpac, Vasaturo, ha annunciato il prossimo utilizzo di nuove attrezzature, anche sperimentali, per captare le emissioni in tutta l’area industriale e fornire in questo modo un valido supporto alle indagini in materia.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico