Home

“La Buona Scuola”, M5S chiede ricorso a Corte Costituzionale

Napoli – I consiglieri regionali della Campania del Movimento Cinque Stelle e il deputato in Commissione Cultura, Luigi Gallo, il 9 settembre, davanti alla sede del consiglio regionale della Campania (Centro direzionale di Napoli, isola F13), hanno tenuto un sit-in per chiedere un ricorso diretto alla Corte Costituzionale contro la riforma della scuola.

“Con il ricorso alla Corte Costituzionale non si toccano le assunzioni – ha sottolineato il deputato M5S Luigi Gallo -, vogliamo eliminare le ingiustizie contenute nella legge, evitare le “deportazioni” di docenti in atto e l’espulsione di migliaia di lavoratori dal mondo della scuola. L’intero mondo della scuola è sceso in piazza implorandone la non approvazione”.

“De Luca – ha aggiunto – deve dimostrare di essere il presidente della Regione Campania, difendendo le scuole e i cittadini campani, e non un suddito del suo capo Renzi, che ha messo in campo una nuova misura che danneggerà il Sud”.

“Il M5S – si legge nel testo – in tutti i consigli regionali nei quali è presente, ha depositato mozioni contro la ‘Buona Scuola’ in cui sono indicati tre profili di incostituzionalità, contenuti all’interno della legge 107, che le Regioni possono impugnare ricorrendo alla Corte Costituzionale. In particolare, il primo è riferito alla chiamata diretta degli insegnanti da parte dei dirigenti scolastici, il secondo sull’alternanza scuola-lavoro ed il terzo alla perdita di autonomia degli organi collegiali rispetto al dirigente scolastico”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico