Maddaloni - Valle di Maddaloni

Caso shunt, il sindaco investe anche l’Anticorruzione

Maddaloni – Caso shunt, de Lucia e d’Alessandro investono anche l’anticorruzione per fermare lo scempio. E’ partita questa mattina, dalla scrivania del primo cittadino, l’ennesima comunicazione contro la realizzazione dello shuntaggio. Questa volta però, stante i precedenti colpevoli silenzi, l’assessore d’Alessandro, con il placet del sindaco, ha deciso di indirizzare una dura missiva, oltre che al Ministro Delrio e all’amministratore delegato di Ferrovie Italiane Elia, anche al Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione Cantone, al Presidente del Consiglio Renzi, ai Soprintendenti per i beni architettonici e archeologici Buonomo e Campanelli, al Presidente della Regione Campania De Luca e al Presidente della Provincia Di Costanzo.

Nella lunga lettera una durissima reprimenda per il comportamento scorretto e illegittimo di Ferrovie Italiane e del Ministero per omesso controllo.

Tutta la vicenda ruota intorno all’approvazione del progetto preliminare dello shunt senza che il Comune fosse stato coinvolto in nessuna fase e soprattutto senza che i sondaggi archeologici fossero stati eseguiti così come invece prevedono diverse sentenze del Tar.

“Il coinvolgimento dell’Autorità anticorruzione – dichiara l’assessore d’Alessandro – si è reso necessario perché non è spiegabile l’atteggiamento di omertà assunto dai soggetti protagonisti di questa vicenda anche alla luce delle numerose telefonate dirette al gabinetto del Ministro e, soprattutto, della lettera del sottosegretario Del Basso De Caro che già nello scorso agosto, benché dopo l’approvazione illegittima del preliminare, intimava a Rfi di convocare il Comune senza che ciò avvenisse”.
“E’ un anno che lottiamo – dichiara il sindaco Rosa de Lucia – contro questa vergogna istituzionale poiché ritengo che il Ministero dovesse essere al fianco dell’Ente e non andare a braccetto con una società partecipata che intende perpetrare uno scempio del territorio. 
E’ facile, adesso, cavalcare la polemica soprattutto da parte di quella sinistra che, negli anni scorsi, ha fatto ferro e fuoco per realizzare questo progetto. Ringrazio, invece, i consiglieri comunali e la giunta tutta che non hanno fatto mancare il loro supporto a questa battaglia Siamo disposti, al fianco di tutte le associazioni territoriali interessate al problema, a giungere anche ad atti e comportamenti eclatanti per fermare la mano del potere che tenta di schiacciare la dignità e la storia della nostra città”. 

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

'Ndrangheta, 18 fermi nel Reggino: c'è anche un sindaco - https://t.co/2TlwnhLOEI

Rapina in villa a Lanciano, il medico aggredito: "Pensavo che ci ammazzassero" - https://t.co/Qy0cnTDF2W

Di Maio: "Jobs Act? Una riforma folle che umilia le persone" - https://t.co/Gj4GLhMeph

Migranti e sicurezza, Salvini: "No asilo a richiedenti pericolosi o condannati" - https://t.co/tYzWooVHvU

Condividi con un amico