Maddaloni - Valle di Maddaloni

Cabina di Regia, Bove: “La Exarco collegata al capostaff del sindaco”

Maddaloni – Il consigliere comunale Luigi Bove accende i riflettori sul rapporto tra il Comune di Maddaloni e la Exarco s.c.s Onlus, soggetto esterno e incaricato di curare la Cabina di Regia per lo stesso Ente Comunale.

“Con determine n 283 e n 409 del 22/05/2015 e del 21/07/2015, si provvedeva a conferire prima e a confermare poi la nomina di supporto al Rup per il progetto relativo alla riqualificazione di via Caudina e via Libertà. Incarico di nomina di supporto che veniva conferito alla Exarco (soggetto esterno al Comune) per la somma complessiva di 35000 euro sulla somma totale del progetto regionale, risalente tra l’altro a diversi anni addietro. In poche parole, con queste determine, il Comune di Maddaloni conferisce e poi conferma appunto, un incarico esterno alla Exarco per supporto al Responsabile unico del procedimento in riferimento ai lavori di via Caudina e via Libertà. La Exarco, convenzionata con il Comune di Maddaloni per volontà dell’amministrazione De Lucia, è collegata direttamente al capo staff del sindaco De Lucia, cioè alla dottoressa Maria Carmela Inverno”.

Bove annuncia la presentazione di un’ apposita interrogazione consiliare e la richiesta di una serie di accessi agli atti in materia: “Si tratta di un incarico ad Exarco come supporto esterno al Responsabile unico del procedimento che è in questo caso il responsabile dell’ ufficio tecnico comunale, l’arch. Vincenzo Pellegrino e questo incarico di supporto esterno, una sorta di vice Rup, si caratterizza essenzialmente per un lavoro di informatizzazione; pertanto presento apposita interrogazione consiliare perché mi devono spiegare in che termini non ci sarebbe nessun dipendente comunale magari soprattutto dell’ Ufficio Tecnico che avrebbe potuto ricoprire questo incarico”.

“Nella determina si legge che ‘c’è mancanza di organico al Comune’ e allora mi devono spiegare in cosa consiste questa mancanza di organico tanto da dare un incarico esterno di “mero” supporto alla cifra di 35000 euro. Nessun dipendente dell’ufficio tecnico sarebbe stato capace a fare questo? Naturalmente poi chiedo anche tutta la documentazione del lavoro di Exarco e di quanto prodotto e realizzato”.

“La smettessero anche di scrivere e di dire che sono soldi, questi 35 mila euro, che non gravano sul bilancio comunale perché fanno parte del quadro economico generale del finanziamento, risalente a diversi anni fa tra l’altro, avuto e quindi sono soldi della collettività campana e anche di quelli maddalonese. E’ una mortificazione per i dipendenti comunali ed è una presa in giro per i maddalonesi perché dire che ci sono persone esterne che lavorano gratis per il Comune è una bugia in quanto poi queste persone vengono pagate indirettamente”.

“Anche sull’incarico di supporto al Rup, conferito sempre alla Exarco, per il piano di protezione civile e per la cifra di 3500 euro, mi devono spiegare perché non ci sono state valide risorse interne quando invece abbiamo anche un ufficio dedito alla parte teorica, tecnica e progettuale circa la Protezione Civile”.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Unable to load Tweets

Condividi con un amico