Esteri

Usa, muore il bambino colpito da una mazza su campo da baseball

Una foto drammatica e commovente. Kaiser Carlile è il bambino di 9 anni morto su un campo di baseball a Liberal, in Kansas. Sabato il piccolo era di supporto ai giocatori della sua squadra del cuore, i Bee Jays (della sua città), quando è stato colpito alla testa da una mazza brandita da un giocatore che si stava riscaldando. Nonostante indossasse il casco, Kaiser è morto il giorno dopo, in ospedale.

L’America è sotto choc e si commuove di fronte all’immagine scattata pochi istanti dopo l’incidente, che ritrae il giocatore Gavin Wehby mentre strige al petto il piccolo, esanime. In conferenza stampa dopo il fatto la squadra ha reso omaggio a Kaiser: il lanciatore Kadon Simmons è scoppiato in lacrime dicendo: “È incredibile quanto qualcuno può toccare influenzare la tua vita all’improvviso”.

Il padre del bambino ha avuto parole di comprensione e sostegno per i giocatori: «Io personalmente mi sento male per loro. Lo capisco, io ho subito una grande perdita, mio figlio, ma è altrettanto dura per loro. Kaiser portava un sorriso sul volto di tutti», ha dichiarato piangendo.

Kaiser è stato subito soccorso da un’ambulanza presente in campo, sabato. Mentre veniva portato all’ospedale Via Christi St. Francis i giocatori di entrambe le squadre stavano inginocchiati a terra in cerchio, in preghiera. Non è stato reso noto il nome del giocatore che con la sua mazza ha colpito il piccolo.

Il dramma ha indotto la Nbc a sospendere l’utilizzo dei bat boy nel corso delle partite delleWorld Series, non solo per rispetto nei confronti del bambino. I genitori comunque, dopo aver incontrato la squadra, hanno esortato i giocatori a continuare a giocare in memoria di Kaiser e i Bee Jays hanno così raggiunto la semifinale. Una pagina GoFundMe è stata creata dalla squadra dopo la morte di Kaiser. Ha lo scopo di raccogliere fondi per le spese mediche e aiutare la famiglia del bimbo, che aveva una sorella, nel prossimo futuro. Martedì i soldi raccolti ammontavano a 100 mila dollari.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico