Aversa

Bilancio, l’appello di Paolo Galluccio a Stabile: “Convochi il Consiglio a settembre”

Aversa – Una dimostrazione di sicurezza è quella che chiede il consigliere comunale Paolo Galuccio, coordinatore cittadino di Forza Italia, all’amministrazione Sagliocco che sta per fissare, attraverso il presidente del Consiglio comunale, Giuseppe Stabile, la convocazione della seduta per l’approvazione del bilancio in una data in cui è gli impossibile in maniera assoluta essere presente.

Una scelta che potrebbe essere dettata dalla necessità per il sindaco Giuseppe Sagliocco di avere certezza di approvare il documento contabile potendo contare ad oggi solo sul suo voto per far la differenza e far passare senza difficoltà il documento essendo il consiglio comunale diviso in 12 componenti in maggioranza e 12 all’opposizione. La mancanza di un consigliere di opposizione garantirebbe la vittoria della maggioranza. Per Galluccio modificare la data offrendogli la possibilità di essere presente sarebbe un segno di sicurezza per l’amministrazione e di volontà collaborativa.

Da qui l’invito indirizzato al presidente Stabile: “Nell’aver appreso della prossima convocazione di Consiglio comunale afferente il bilancio – scrive Paolo Galluccio – ed avendo riscontrato ed avuto contezza che solo da parte mia vi è un’indisponibilità a poterci essere e che da parte degli altri colleghi non vi sono particolari problemi di date, il mio invito, peraltro, tecnicamente e tranquillamente percorribile, è quello del 02.09.2015 prima convocazione e del 03.09.2015 in seconda convocazione. Chiaramente non vuole essere un sottrarre il ruolo al presidente del Consiglio bensì di chiedere quale capogruppo di Forza Italia di garantire la maggiore democraticità e la più totale partecipazione di tutti i componenti il consiglio. Chiaramente se la maggioranza al buon senso, ai principi democratici e al confronto volesse abdicare adottando il criterio di convocazioni strumentali e non completamente partecipate quale consigliere e quale rappresentante del gruppo Forzista saremo costretti chiaramente a prenderne atto ma anche a sollevare su questioni di rito delle pregiudiziali qualora ve ne fossero. Il mio invito è atto doveroso nella piena consapevolezza che il presidente del Consiglio quale garante non presterà il fianco al sindaco e alla sua maggioranza ma si porrà nella posizione di arbitro e terzietà”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico