Campania

“Un attimo prima”, il ricordo delle portatrici carniche

Agerola (Napoli) – “Un attimo prima”, con Claudia Campagnola e testo di Paolo Logli, musiche di Enrico Blatti e regia di Norma Martelli.

Uno spettacolo, andato in scena ad Agerola, è nato con l’intenzione, in occasione delle commemorazioni per la Prima Guerra Mondiale, di rendere omaggio alla figura, spesso sconosciuta più che dimenticata, delle “portatrici carniche”, donne giovani e meno giovani che trasportavano a spalla gerle cariche di granate, cartucce, medicinali, viveri fino alle trincee in quota, dove molto spesso combattevano i loro mariti, fratelli, figli nella Carnia, regione alpina del Friuli.

Dall’agosto del 1915 all’ottobre del 1917, all’alba di ogni giorno, le donne riempivano le loro gerle, se le caricavano in spalla e, sotto un peso di trenta-quaranta chili, in piccoli gruppi, salivano a piedi su per i sentieri fino alle trincee.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico