Home

Renzi in Etiopia e Kenya: “Roma contro estremismo fondamentalista”

Addis Abeba – E’ giunto ad Addis Abeba il primo ministro, Matteo Renzi, per la visita ufficiale nella capitale dell’Etiopia per discutere di cooperazione internazionale.

L’arrivo era previsto per lo scorso lunedì, ritardato a causa delle trattative Ue-Grecia. Martedì mattina il premier ha incontrato le più alte cariche istituzionali etiopi, e prenderà parte alla terza conferenza Onu sul finanziamento per lo sviluppo.

Prevista nel pomeriggio la visita alla diga per la cui costruzione ha vinto l’appalto l’italiana Salini-Impregilo. Si sposterà poi a Nairobi, in Kenya, dove parlerà agli studenti dell’università di terrorismo.

“Roma non abbandonerà mai i propri amici e alleati, impegnati a combattere l’estremismo fondamentalista”, ha dichiarato il primo ministro. Altro tema da trattare è quello dell’immigrazione. 

Prima di partire, Renzi ha lasciato un lungo commento sulla sua pagina Facebook: “L’accordo di queste ore sulla Libia è un tassello importante del tentativo di stabilizzare la regione e restituire pace a questo grande Paese. Dal primo giorno del nostro impegno di governo abbiamo messo il Mediterraneo e più in generale il rapporto con l’Africa al centro della strategia italiana e speriamo in futuro anche europea”.

“Ogni giorno che passa – prosegue il post – si fa più evidente la necessità di risolvere la crisi libica come scelta chiave sia per i rischi connessi al terrorismo, sia per le vicende legate all’immigrazione. L’Italia non abbandonerà mai i propri amici e alleati, a cominciare dall’Egitto, impegnati a combattere estremismo e fanatismo. E sono certo che su questi temi non mancherà la coesione nazionale e l’impegno di tutta la comunità internazionale. Oggi dunque registriamo un passo in avanti”.

“Domani e dopo domani incontreremo i vertici dell’Unione Africana per accelerare insieme su cooperazione internazionale, anti-terrorismo, controllo immigrazione. L’Italia è consapevole del suo ruolo strategico e geopolitico e non intende rinunciare alle proprie responsabilità”, ha concluso.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico