Napoli

Davide Bifolco, il fratello: ”La legge non è uguale per tutti”

Napoli – Subito dopo la richiesta di condanna a tre anni e quattro mesi a carico del carabiniere, i parenti del ragazzo ucciso hanno duramente inveito contro il pm ma anche contro un agente di polizia durante l’udienza finale nel processo sulla morte di Davide Bifolco, il 17enne ucciso da un carabiniere un anno fa al rione Traiano.

Il padre della vittima è stato allontanato dall’aula urlando: “Questo processo non si deve fare”. L’udienza è poi ripresa a porte chiuse.

Il processo è stato rinviato al primo ottobre prossimo, quando interverrà il difensore del carabiniere imputato, avvocato Salvatore Pane. A conclusione dell’udienza del primo ottobre è prevista la sentenza.

Un presidio di parenti, amici di Davide, ed aderenti ai Centri sociali si è poi tenuto davanti all’ingresso del tribunale.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Gricignano, il sindaco Moretti in campo con la sua lista: "Ho già una rosa di 20 candidati" - https://t.co/h1LdDg6Iqh

"La Radiologia per il riscatto della Terra dei Fuochi": congresso medico a Marcianise - https://t.co/PkXp4V5sH9

Aversa, De Angelis: "Premieremo la classe più 'green' del Secondo Circolo" - https://t.co/KqdZecGGlW

Trentola Ducenta, Bottigliero presenta i candidati Catalano, Mare, Iuliano e Abate - https://t.co/X03vtirYsH

Condividi con un amico