Aversa

La preside Amodio va in congedo: i ringraziamenti di Galluccio

AversaMi sento di ringraziare la dirigente Cecilia Amodio in questo ultimo giorno di lavoro per poi iniziare da domani la meritata pensione. Una dirigente che ho imparato a conoscere ed apprezzare in questi 12 anni di amministratore della città di Aversa. A dire il vero, la sua ‘fama’ era già nota alla città da prima, in quanto preside e dirigente del IV Circolo dal 1987. In tutti questi anni è stata la vera traghettatrice di una scuola che si è trasformata da un semplice circolo didattico al primo comprensivo aversano musicale intitolato al grande maestro e musicista Domenico Cimarosa, con una crescita esponenziale di richieste di iscrizione negli anni.

La sua ferrea caparbietà l’ho potuta apprezzare fin da quando, in Comune, ci doveva essere l’accorpamento tra il IV circolo e l’allora scuola media Cimarosa, vedendo già in lei la lungimiranza nel creare un polo scolastico omni-comprensivo che partiva dalla materna e finiva alle medie, quando nessuno lo sognava.

Dopo essere diventata dirigente del Comprensivo è stata sempre da pungolo e da sprono alle amministrazioni di Domenico Ciaramella ed anche a quella attuale. Dure sono state le sue battaglie sempre nel rispetto dei ruoli istituzionali che la vedeva contraddistinguersi per la sua tenacia nel sollecitare l’amministrazione a dotare l’area sud di Aversa di istituti nuovi al passo con i tempi.

Infatti si è riusciti, con una filiera istituzionale, a creare due scuole nuove, come l’attuale scuola media e la materna di via Riverso e ristrutturare gli altri due istituti di sua competenza.

Come poter dimenticare di essere stata una delle prime scuole campane ad essere alfiere dell’Unicef festeggiando quest’anno i 25 anni di partenariato con manifestazioni che ogni anno sono cresciute in partecipazione e raccolte fondi a favori dei bambini.

Oppure come non ricordare la prima scuola pubblica che ha iniziato il tempo prolungato alla scuola elementare di via Giotto.

Di certo, se si volesse raccontare di tutti questi anni di crescita dell’istituto Comprensivo Cimarosa e delle scuole aversane non basterebbero una decina di pagine.

Alla preside dirigente Cecilia Amodio, che lascia il mondo della scuola dopo 46 anni di servizio, va tutta la stima, l’affetto ed i complimenti non solo come amministratore ma anche come semplice cittadino.

Sono sicuro che una persona come lei, dopo il meritato congedo dal lavoro, certamente troverà ancora la linfa e la voglia di essere ancora protagonista nell’associazionismo e volontariato della nostra città perché’ una volta amata la nostra Aversa rimane nel cuore e la si vuole sempre aiutare a crescere.

Il consigliere comunale Michele Galluccio

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico