Aversa

Bilancio, Sagliocco: “Abbiamo evitato il dissesto del Comune”

Aversa – Sostanziale mantenimento della pressione tributaria locale e contenimento della spesa, senza perdere di vista opere pubbliche quali l’ampliamento del cimitero e la manutenzione straordinaria delle strade. Nel corso di una seduta serale della giunta comunale, l’esecutivo normanno guidato dal sindaco Giuseppe Sagliocco ha approvato la bozza di bilancio preventivo per l’anno in corso.

Ad annunziarlo lo stesso primo cittadino che sottolinea come lo strumento di programmazione contabile sia stato definito cercando di seguire una linea precisa che guarda soprattutto alla lotta alla riduzione dei costi e al recupero dei crediti. A dare una mano concreta nella redazione del bilancio la Kgpm i cui rappresentanti stanno anche partecipando alle riunioni volute dallo stesso Sagliocco tra i vari amministratori dell’Agro Aversano per far fronte ai cambiamenti che proprio da quest’anno ci sono nel modo di predisporre lo strumento contabile che ragionerà solo per cassa, ossia per quanto danaro effettivamente gli enti locali anno e non secondo previsioni.

Dopo l’approvazione in giunta, il bilancio sarà depositato per le osservazioni eventuali dei consiglieri e l’esame da parte del collego dei revisori dei conti. Un iter con esito non del tutto scontato se si considera che al momento, a fare la differenza tra maggioranza e opposizione è il voto del primo cittadino considerato che entrambe le fazioni possono contare ognuna su dodici consiglieri.

Anche per quest’anno, come per gli anni precedenti, l’imu sulla prima casa non sarà applicata. «La situazione finanziaria al momento dell’insediamento – ha dichiarato Sagliocco – era di particolare tensione così come ribadito anche dal collegio dei Revisori dei Conti. Il rischio era la dichiarazione di deficitarietà strutturale e preambolo di dissesto dell’Ente. Sicché, laddove la situazione economico finanziaria non fosse rientrata (esposizione tesoriere e ripristino di fondi vincolati alla chiusura dell’esercizio), avrebbero determinato appunto il deficit strutturale dell’Ente. In questo modo non si sarebbe potuto parlare di Tribunale, né di servizi essenziali per i cittadini con il conseguente innalzamento delle tariffe ai livelli massimi. E’ stato possibile evitare tutto questo mettendo in campo un’azione forte all’interno della macchina amministrativa e nel rapporto con i soggetti debitori del Comune di Aversa, razionalizzando e controllando la spesa».

Nel concreto, ci sarà il Natale ad Aversa con le particolari luminarie che tanto successo hanno riscosso lo scorso anno, mentre in tema di piano triennale 2015-2017, varato insieme al bilancio, previsto il via al recupero definitivo del complesso di San Domenico da destinare a uffici giudiziari, il restyling di piazza Marconi e l’ampliamento del cimitero per evitare che si crei un mercato parallelo e speculativo di loculi.

Per quanto riguarda le strade, recuperato un altro milione di euro dai residui attivi dei mutui per la manutenzione straordinaria, tra le altre, di via Gramsci, via Marzabotto, via Cirigliano e via Cappuccini. In tema di giovani, prevista una borsa di studio per la migliore start-up.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico