Cesa

Associazione Anziani, il sindaco Guida svela il “giallo” della delibera

Cesa – Nei giorni scorsi il sindaco Enzo Guida ha provveduto a fornire risposta alla interrogazione scritta presentata dai consiglieri comunali Ernesto Ferrante e Carmine Alma del gruppo “Cesa c’è”, in merito alla questione degli anziani.

I consiglieri di opposizione chiedevano spiegazioni sulla mancata attuazione di una delibera, adottata dalla precedente amministrazione Liguori, che assegnava all’associazione “Anziani e Pensionati” un locale nella casa comunale, a piano terra, quale sede del sodalizio, disponendo anche la sottoscrizione di una apposita convenzione.

“Ricevuta l’interrogazione, – ha scritto il sindaco Guida nella risposta – ho provveduto a richiedere chiarimenti al Responsabile dell’Utc, ingegner Luigi Massaro il quale, con nota del 13.07.2015 prot. 4468, relazionava nel seguente modo: ‘L’atto di giunta comunale adottato dall’ex sindaco Liguori non aveva esecuzione a causa delle intervenute dimissioni; Esposta la questione al Commissario Prefettizio questi riteneva non possibile dare esecuzione alla delibera in quanto l’associazione ‘Anziani e Pensionati’ non era rappresentativa di tutti i pensionati e non aveva valenza giuridica e, per ragioni di rispetto politico-istituzionale, non provvedeva alla revoca; I rappresentanti dell’associazione in questione erano stati avvisati’”.

Tenuto conto di quanto relazionato dall’Utc, il sindaco Guida sottolinea “che qualsiasi convenzione tra l’ente locale ed altri soggetti, per poter essere valida, deve essere approvata dal consiglio comunale, per cui la deliberazione numero 129 del 2014 è un atto che non impegna l’amministrazione comunale; che è intenzione di questa amministrazione comunale allocare gli anziani, i pensionati ed i disabili presso i locali, attualmente esistenti, della ‘Palestra del Fanciullo’; al fine di ovviare alle giuste osservazioni del Commissario Prefettizio e riportate nella missiva del responsabile dell’Utc, si dovrà trovare la soluzione giuridicamente appropriata per poter consentire alle indicate categorie l’utilizzo del locale; È intenzione di questa amministrazione adibire i locali esistenti presso la casa comunale, e secondo la delibera numero 129/2014 riservati agli anziani, a sede della biblioteca comunale aperta all’utilizzo anche delle associazioni locali; Che è in corso la sistemazione della biblioteca comunale che richiede anche l’acquisto di materiale di arredo; appena saranno terminati gli interventi in questione si provvederà ad approvare gli atti amministrativi del caso per individuare la nuova sede della biblioteca, revocando la delibera numero 129/14”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico