Aversa

Sicurezza stradale: Prefetto e Provincia con AIFVS

Aversa – Il presidente della Provincia di Caserta, Angelo Di Costanzo, e il prefetto di Caserta,  Arturo De Felice, saranno al fianco all’Associazione italiana familiari delle vittime della strada (AIFVS) e all’Associazione mamme coraggio e vittime della strada (AMCVS) per collaborare al raggiungimento dell’obiettivo comune alle due onlus  di garantire la sicurezza sulle strade casertane, in particolare quelle di Aversa bagnate troppo spesso del sangue di chi è vittima dell’inosservanza delle norme del codice della strade.

Questo è l’impegno assunto dai due rappresentanti istituzionali nel corso dell’ incontro avuto con i responsabili delle onlus Biagio Ciaramella e  Elena Renzullo.

“Il Prefetto e il Presidente della Provincia hanno ascoltato con la massima attenzione le nostre richieste concordando – sottolineano Ciaramella e Renzullo- sulla necessità di operare parallelamente e contemporaneamente sul piano della prevenzione e della repressione dei comportamenti antisociali all’origine della maggioranza degli incidenti”.

“Inoltre -aggiunge Ciaramella- i due massimi esponenti istituzionali della provincia hanno aderito alla nostra richiesta di sollecitare le amministrazioni locali a dare attuazione all’articolo 208 del codice della strada che prevede l’obbligo di destinare almeno il 50% dei proventi derivanti dalle multe alla prevenzione degli incidenti stradale e a un’adeguata manutenzione delle arterie di loro competenza”.

“Un obbligo il cui rispetto è stato chiesto esplicitamente dai vigili urbani di Aversa che hanno lamentato il mancato intervento di ripristino della funzionalità dei semafori presenti sulla variante, in particolare di quello all’incrocio viale Kennedy con via Garofano, fuori uso da oltre un mese malgrado l’incrocio sia ad altissimo rischio.Con l’aiuto del Prefetto e del Presidente della Provincia siamo convinti che l’amministrazione di Aversa dovrà provvedere a risolvere questa situazione di pericolo e allo stesso modo dovrà garantire il servizio notturno della polizia municipale, sospeso per mancanza di fondi” conclude Ciaramella.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico