Campania

De Luca, M5S: “Renzi supera Berlusconi con legge ad personam”

Napoli – Tagli alle diarie e agli stipendi, vigilanza sui provvedimenti regionali. Così il Movimento Cinque Stelle ha presentato i suoi consiglieri regionali dinanzi al Palazzo del Consiglio Regionale della Campania.

Ma a tenere banco è il caso De Luca. Dopo il parere dell’Avvocatura che prevede prima la nomina della giunta e poi la sospensione, la sua ex sfidante Valeria Ciarambino, consigliere più votato alle ultime elezioni, ribadisce l’empasse in cui ci si trova con la vittoria dell’ex sindaco di Salerno, mettendo in guardia Renzi sulla promulgazione di decreti ad personam e presentando dossier in procura.

“Renzi va oltre Berlusconi e dal lodo Alfano passa al lodo De Luca”, dice Ciarambino. “Questa legislatura regionale – aggiunge – comincia con una legge ad personam”. Per Ciarambino, il parere dell’Avvocatura dello Stato “richiesto da Renzi è un fatto gravissimo. Va contro la sentenza del Tar, non appellata e passata in giudicato – afferma -, un comportamento scellerato che istituzionalizza l’illegalità”. Renzi e il Pd “hanno determinato questa situazione e ora ci mettono una pezza a colori”. “Questo è il Governo delle leggi ad personam – conclude – ma nessuno è al di sopra delle leggi dello Stato”.

Sul dossier in Procura “contro tutti gli organi istituzionali per le omissioni da quando c’è stata la proclamazione visto che non hanno preso atto della sentenza”, Ciarambino ribadisce che De Luca “non può nemmeno entrare in aula. E’ scritto nero su bianco, in una sentenza del Tar, non appellata e passata in giudicato che De Luca va sospeso”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico