Aversa

Videosorveglianza, Sagliocco: “Spesso è inutile per le indagini”

Aversa – «Se si fosse verificato ad Aversa l’episodio che ha visto quale vittima la famiglia Zinzi, ci saremmo ritrovati di fronte alla stessa situazione di telecamere di videosorveglianza non funzionanti o con immagini inutilizzabili». A parlare il sindaco della città normanna Giuseppe Sagliocco, che continua: «Nel recente passato, abbiamo constatato, anche con le forze dell’ordine, in alcuni casi di cronaca nera, che l’attuale impianto di videosorveglianza ha un’efficienza vicino allo zero. Le immagini, in bianco e nero, non riescono ad essere di supporto alle indagini».

«Si tratta, però, – ha continuato il primo cittadino – di una situazione transitoria che, a breve, potrà contare\su delle certezze. Oggi, infatti, abbiamo la rete wireless in itinere. In via Roma, ad esempio, vi sono già pronti sia i pali che i sottoservizi per fare in modo di non dover riscavare dopo il restyling attualmente in atto. Siamo di fronte ad una svolta per quanto riguarda il controllo del territorio. Nel recente passato già ho avuto alcuni incontri con i responsabili cittadini delle forze dell’ordine (oltre alla polizia municipale, carabinieri, guardia di finanza e polizia) ed a breve ne organizzerò un altro per esporre il progetto che stiamo realizzando e, soprattutto, per fare in modo che ci diano la possibilità che presso una delle tre forze ci sia una postazione di monitoraggio di questo sistema di videosorveglianza che avrà sotto controllo alcuni punti nevralgici della nostra città, con tecnologie moderne e telecamere coordinate nelle varie zone».

Sempre in tema di controlli e di sicurezza, Sagliocco annunzia che non saranno più utilizzati i pilomat installati in via Vito di Jasi con confluenza in via Roma (ben tre) e i due presenti su quest’ultima arteria, in quanto poco funzionali alle reali esigenze, dovendo, in caso di utilizzo, fornire un telecomando a tutti i residenti in una zona vasta, per non parlare in caso di intervento di ambulanze o di altri mezzi di soccorso che avessero la necessità di entrare nella zona a traffico limitato, che è off-limits.

«In via Roma – annunzia il sindaco – ci saranno varchi di accesso all’importante arteria con tanto di telecamere intelligenti capaci di leggere le targhe degli autoveicoli e registrarle in memoria, come avviene da tempo in tante altre città senza che ci si debba preoccupare di presidiare questi accessi continuativamente. Si tratta di un meccanismo che ci consentirà di gestire la zona a traffico limitato anche in accordo con i commercianti di questa importante arteria dando vita a regole di accesso che dovranno essere, per quanto possibile, condivise da tutti i soggetti in campo».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico